18 giugno 2009

Piccoli Chef

Anche se la stagione poco si presta a stare vicino ai fornelli, apriamo anche qui la sezione dedicata alla cucina. Sono ben accette le ricette veloci, i piatti tipici delle zone che siete andati a visitare, i vecchi piatti di una volta.

Insomma: indossate il grembiule, tagliere alla mano e... buon appetito!

g.

28 commenti:

amanda ha detto...

Mousse di tonno: piatto da fare quasi a freddo, se messo in uno bello stampo da budino( di quelli di quella ditta che vende casa x casa x intenderci) fa fare bella figura con gli ospiti. Non è leggero per niente ma molto goloso e si gusta con dei crostini, magari caldi:
2 piccole carote lessate
1 o 2 cetriolini sottoaceto
1 cipolla piccola piccola
2 scatole di tonno naturale da 160 gr
2 barattoli di panna da da cucina da 200ml (mi pare che sia questa la dose in una confezione standard)
paprika
cognac
1 tavoletta di gelatina

frullate le verdure
aggiungete il tonno nel frullatore e successivamente la panna, la paprka, il cognac.
Per ultima la gelatina che avrete sciolto in poca acqua bollente e fatta raffreddare ( io uso l'acqua in cui ho lessato le carote).
Frullate tutto un'ultima volta, mettete nello stampo.
Mettete in freezer per 1-2 ore poi passate in frigo.
Buon appetito

Giulio ha detto...

Il tagliere mi suggerisce una ricetta veloce e gustosa:

Prendete un bel salame e affettatelo con un signor coltello

prendete del pane fresco casereccio e tagliatelo con lo stesso signor coltello con cui avete tagliato il salame

guai a chi toglie il pepe

infilate molte fette di salame tra due strati di pane e tenendo ben fermo il tutto con entrambe le mani addentate a pieni morsi.

abbiate cura di tenere delle fette di salame da parte per accompagnare il piatto.

da accompagnare con un barbera non giovane o comunque un rosso robusto

ideale per tutte le stagioni, veloce e gustoso

Anna S ha detto...

@Giulio, non resisto, adesso arriva la voce di Al Bano, gracidante come i ranocchi di Monica, e...

"Felicitààà! E' un bicchiere di vino con un panino, la felicità!".

@ Amanda, grazie della ricetta da provare subito!

Bello questo blog che sta prendendo forma!!

GianfraH ha detto...

Sull'onda del tagliere di Giulio, mi sono venuti in mente gli

SPIEDINI DI SALUMI

La preparazione ve la lascio immaginare :)

g.

amanda ha detto...

la cucina minimalista dei nostri blogger maschi è indubbiamente appetitosa ed irresistibile, data l'ora poi.....trovatemi salame, pane e un morellino di scansano SUBITO!

Anna S ha detto...

Urka, il morellino di scansano mi manca... Com'è? A che altro vino assomiglia?

Mati ha detto...

io consiglio la pasta con tonno e limone...semplice e veloce :)
per il tonno consiglio quello in scatola al naturale ben sgocciolato, bisogna sminuzzarlo (non so se è il termine adatto) tutto in modo che no ci siano pezzi sani, e poi aggiungere limone (io faccio circa mezzo limone per scatoletta, poi ognuno decide) e olio d'oliva.

GianfraH ha detto...

@ Amanda

E' un vino del Grossetano, rosso, intenso nei sapori e nei profumi; per la disciplinare mi pare che il minimo sia 85% di Sangiovese ed il resto altre uve toscane.
Si sposa bene con le carni e coi salumi.

Io lo reputo un "toscano anomalo", meno tannico di tanti altri (allappa di meno); il costo e' variabile... si va dai 7/8 euro per poi salire con le riserve.

Da bersi in compagnia, come tutti i vini.

g.

GianfraH ha detto...

Ooops, era Anna... scuz. :)

g.

amanda ha detto...

@gianfranco: non avrei saputo spiegarlo meglio di così:-)

Anna S ha detto...

Beh, a questo punto si impone un assaggio in compagnia!

GianfraH ha detto...

@ Amanda

"Lei mi lusinga" (cit.)

Io sono solo un anonimo alcoolista agli inizi :)

g.

michi ha detto...

@Amanda: c'è anche versione light forse più adatta ai 34 becchi gradi che sta facendo a Roma, usando al posto della panna il philadelphia. Con le varianti del salmone/ aglio e pepe misto (rosa verde ecc)/ prosciutto cotto. Io lo faccio senza gelatina, ci vogliono davvero 5 minuti per tipo e utilizzo dei buoni grissini oppure i vari tipi di pane tostato in commercio già confezionato, se non voglio fare delle bruschettine.

Condivido con Amnada anche il piacere di un (due tre...) bel bicchiere di Morellino. E' fantastico anche usato per cucinare l'arrosto.

@Gianfranco da come disquisisce di vino è sicuramente astemio...come me...

Tonino ha detto...

''Felicità
è un bicchiere di vino insieme a Tonino
la felicità
è gustare un panino che ha fatto Tonino
la felicità
...........''

Anna S ha detto...

@Tonino: ah ecco, ci sei!

GianfraH ha detto...

@ Michi

Madame, la prossima disquisizione enologica la preferisce sul Teroldego Rotaliano o sul Pinot Nero?

:p

g.

Tonino ha detto...

Quando c'è un minimo di festa, mollo tutto.

Giunsi alla mia casetta
dopo una mattinata in cassetta

chiesi al mio picci
mi dici chi c'e' qui ?

Lui si mise a lampeggiare
''son tutti a preparare ''.

Cucinar senza Tonino
è come un convivio senza vino.

Bussaron coi piedi alla mia porta
non attendo gendarmi che m'importa?

''ecco per te 5 litri del Manduria''
li rendo solo con egual misura dell'Etruria.

Chi di lor signori lo scambio vuol far
altro non far che telefonar.

Cibi genuini e libagioni
all'Alpi, al Reno o ai Faraglioni

Vini rossi con il Bianchini
d'amutolir anche gli alpini.

Cantar sino all'alba con la Scartozzi
e congedar la notte con i maritozzi.

Ciao cari amici.

Anna S ha detto...

Tonino, ti prego, posta una rubrica di poesie e deliziaci!! Sei un mito!

michi ha detto...

Caro Gianfranco...Teroldego decisamente e tu?, ma poi, tutto sommato, vado a periodi.
Ma a proposito di vini: c'è chi ne ha già fatto largo uso oggi? Tonino sembra allegrotto alquanto...buon per lui sapete come si dice "cuor contento il ciel l'aiuta"! Io me lo immagino modello Bacco con il grappolo all'orecchio con penna e calamaio che ci delizia l'animo con le sue rime "bacione"!!!
Chi può catturi Scartox, Little white & co. e libiamo all togheter

stefania c. ha detto...

ah ma qui, se magna, se beve, se canta e se balla...
ma non erano la scartozzi e il bianchini ad esser andati in vacanza??? qui tutti a ciacolare, manco fossimo sotto l'ombrellone.
uff! voglio andare al mare a mostrar le chiappe chiare...

michi ha detto...

...oooops!!!!
rettifico: together e non ho neanche bevuto!!!

michi ha detto...

Io le chiappe oltre che chiare ce le ho quadrate a forza di stareseduta al chiodo. Ora scappo: non ne posso più!!!! (modello moglie di Furio di Verdone).
Baci a domani
Michi

Tonino ha detto...

Le foto !
Gradiremmo le foto !
Please

amanda ha detto...

secondo me dietro la prolungata assenza di Tonino ed il suo ritorno in rima c'è una donna

Anna S ha detto...

Certo che però siamo un po' indisciplinati: partiamo da una serissima ricetta, diligentemente postata in "Piccoli chef" e finiamo a sfruculiare sul mistero dell'assenza di Tonino... Comunque, in effetti, in vino veritas.

Tonino ha detto...

Ricetta.
Più che chiamarla ricetta è un consiglio.
Più che consiglio è legare gli ingredienti.
Più che legare gli ingredienti è invitare gl'ingredienti.
Più che invitare è offrire un'opportunità.
Ingredienti !
1° )Tu ,si proprio te che legggi !
2° )Chi è più adatto a te !
Preparazione.
E' necessario che vi diate la mano .
L'unione degl'ingredienti è fondamentale ,già dal primo momento.
Cosa prepariamo ?
La cottura è breve come queste notti calde .
Cottura quindi breve e spremere ,alle prime luci dell'alba, il succo vermiglio di Cupido che fa innamorare la prima persona che incontri al risveglio.

Queste sono le notti più corte dell'anno , forse più belle di quella di San Lorenzo e sono coincidenti con i festeggiamenti per San Giovanni o, per i paesi nordici, il ''Midsummer's Day ''.
Auguri a tutti coloro che riusciranno a realizzare questa ''semplice '' ricetta.

''Sogno di una notte di mezza estate ''di W. Shakespeare. 1595

piggichc ha detto...

Ecco qui l'estate è arrivata, anche se il tempo non è ancora convinto.

Quindi limoni non trattati e uova freschissime, sono gli ingredienti principali per questa ricetta di un mia amica di coquinaria:

LA MATTONELLA AL LIMONE di Babette

Ingredienti (per 8 persone):
Stampo tipo plum-cake lungo circa 30 cm.
1/2 litro di panna liquida fresca (del tipo da montare),
5 tuorli d'uovo,
3 albumi,
300 grammi zucchero al velo,
2 e 1/2 tazzine da caffè di succo di limone filtrato (per tazzine da caffè si intende del tipo da bar non più grande, altrimenti se si usa la stessa dose misurata in tazzine più grandi il semifreddo risulterebbe troppo aspro, quasi sgradevole);
2 cucchiai rasi di buccia di limone grattugiata.

Con un mixer elettrico montare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema gonfia e spumosa. Quindi, sempre frullando, aggiungere adagio il succo di limone e la scorza grattugiata.
Montare la panna. A parte, montare gli albumi a neve fermissima. Con una spatola flessibile o un cucchiaio di legno, unire al composto di uova e limone, prima la panna montata poi gli albumi a neve. E’ indispensabile mescolare dal basso verso l'alto in queste ultime due fasi altrimenti si rischia di smontare sia la panna che gli albumi. Sarebbe ideale foderare lo stampo o con pellicola o carta oleata o da forno per agevolare il capovolgimento del dolce prima di servirlo. Una volta che lo stampo è foderato, versare il composto, livellarlo battendolo sul piano del tavolo, coprirlo con pellicola o alluminio e mettere nel congelatore. Servono minimo 4-5 ore per congelarlo.
Non occorre scongelarlo prima di servirlo (soprattutto se è stato messo in stampini monoporzione, perché si scongelano più rapidamente), basta toglierlo qualche minuto prima di servire. Sarà sufficiente, dopo averlo capovolto su un piano tipo il tagliere, tagliarlo con un coltello grande da cucina la cui lama sia stata passata sotto l'acqua calda.
Disporre la fetta nel piattino e guarnire con fettina di limone tagliata artisticamente e foglioline di menta (facoltativo).
Una buona alternativa di guarnizione è una semplice spolverata con polvere di caffè.
In alternativa alla forma di mattonella, si possono realizzare gli stampini monoporzione da servire guarniti allo stesso modo.

baci piggi

Anna S ha detto...

PGGI!! Che bello!!
Certo, la ricetta non è semplicissima m a ci proverò...