27 ottobre 2009

mi si è spenta la vena creativa


Sarà panico, sarà posizione fondo classifica stellare, sarà la solita insonnia? Sarà quel che sarà ma non mi viene in mente un post decente, non mi viene un sei parole minimamente papabile per tiffany, non mi ricordo neanche i titoli dei film che mi hanno commosso, non manifesto la minima vena ironica. Sarà che c'è poco da ridere, che loro potranno scegliere le Ford che preferiscono, ma a me cascano le braccia pensando alle loro famiglie, ai figli piccoli che dovranno passare anni dagli psicologi per sostenere colpi così duri. Penso a che razza di società abbiamo, mi sento profondamente bacchettona....


Qualcuno mi può dare una parola di conforto?

14 commenti:

Anna S ha detto...

Oh là là! Innanzitutto complimenti per la foto! E' superba!
Sai che leggendo il tuo post mi è venuto in mente il libro di Mario Calabresi ("Spingendo la notte più in là"), quando racconta che sua madre, dopo la sentenza che condannava Pietrostefani (giusta o sbagliata che fosse, ci tengo a sottolinearlo) si è messa a piangere. Per la figlia di pietrostefani che quel giorno aveva perso suo padre.
Ecco, tu sei un po' come lei.

Più che legittimo farsi scoraggiare. Però, se posso darti un consiglio dopo esserci passata anch'io, non farti subissare troppo dai massimi sistemi: purtroppo, contro i muri di gomma, c'è poco da fare.
Secondo me questo concorso ti porterà qualcosa di buona. Prova a crederci!

alessandra ha detto...

Cara Amanda,
sarà anche che sei assorbita dal pensiero del concorso..
Però hai ragione che tristezza, non ce n'è uno normale, una brava persona nel senso bello del termine, anche io nell'ultimo noto caso, ho pensato a quella bambina di 8 anni e alla sua mamma che avranno di fronte anni duri...io ho veramente "sete" di persone da ammirare, in pubblico e privato,domenica a Sumo c'era il figlio di Giorgio Ambrosoli, che ha raccontato del rigore del padre che è andato avanti, nonostante le minacce di morte e i tentativi di corruzione...che parlava sempre di regole da rispettare..ma dove sono queste persone ora? Possibile che è tutto sdoganato? E poi sono stufa anche io di sentirmi dare della bacchettona, avere dei valori ormai è cosa da gente antica e fuori dal mondo, ma come siamo arrivati a tutto questo?

GianfraH ha detto...

@Amanda

a parte che non ho dormito neanche un minuto questa nottata e sono piu' a pezzi del solito.

La foto mi ha fatto pensare al (discutibile) libro di Anthony De Mello "Messaggio per un'aquila che si crede un pollo"... io lo chiamo piu' semplicemente "il ruggente miagolio".

Una cosa sola: siamo esseri umani, tutti. Tutti abbiamo le nostre debolezze, dalla persona comune al potente di turno, scegli tu l'ordine.
Possiamo vederla anche in senso positivo, abbandonando il timore referenziale verso chi sta sopra di noi, pensando "ma lui, che cosa fara'?";
Il problema semmai che io in casa mia son liberissimo di andar nudo per casa; se andassi nudo per la citta' sarebbe "atti osceni"; se fossi un politico sarebbe una aggravante.

Tecnicamente quelle persone ci rappresentano, nel bene e nel male, debolezze comprese.

Quel che mi fa piu' rabbia e' che a volte sono proprio queste persone a fare le leggi contro questi comportamenti; fatto sta che la situazione in famiglia non deve essere proprio rose e fiori.

g.

PS:
E' fuori discussione un post del tenore "libera il tuo scheletro nell'armadio"... temo che avresti poco successo :)))

stefania c. ha detto...

Amanda, appoggio su questo tavolino una tazza di buon tè (golden yunnan black special - cinese), alcuni biscottini di frolla (quella leggermente salata), un notes con una penna (appunta tutto quello che ti passa per la testa, pure le fesserie!) e una bella pacca sulla spalla...
abbàsteno? :-)

p.s. quanto alle ford, penso che il delirio di onnipotenza bruci il cervello, più di qualunque droga...
mi sento un tantino bacchettona anch'io, ma credo che questa società sia malata sul serio. e di questo bisognerà riparlarne con calma.

GianfraH ha detto...

@Amanda

scusami, mancava la parola di conforto.

"Coraggio, non sei la sola a pensarla cosi'".

:)

g.

Anna S ha detto...

@alessandra, sono sicurissima che esistano altri personaggi del calibro dell'Avvocato Smbrosoli. Solo, stanno nell'ombra, per mille motivi (un po' come lui che è diventato un eroe ahimè quando l'hanno ucciso). Non possono comparire, non vogliono o non lo vuole, presumibilmente, qualcun altro.

@stefania c. e @tutti, le Ford son sempre esistite, da che mondo è mondo. I potenti NON sono immacolati e non lo sono mai stati. Sol, lo facevano in maniera più discreta: Kennedy in ascensore, Craxi non lo so, Martelli a casa sua, De Michelis in discoteca ecc. ecc.

Il problema di questa classe dirigente, in particolare, è che sembra non pensare ad altro.
Il problema dell'opposizione che non va a lucciole è che non ha un programma abbastanza forte da poter spazzare via il capo e il suo way of life. Vi dirò che sono anche un po' stufa delle 10 domande di Repubblica. Vorrei un'opposizione che pungolasse il governo sui programmi, non sui vizi privati diventati pubblici, per quanto discutibili. Vorrei che Bersani fosse meno miope dei precedenti.

Scusate, ho sproloquiato. Mi ritiro.

amanda ha detto...

oh là siamo programmatici: l'altro giorno andando a votare per le primarie il volontario addetto a raccogliere i dati, visto il mio indirizzo, mi ha chiesto come andava la situazione (abito in una zonz difficile, vicino alla stazione) era un rappresentante del consiglio di quartiere ed accidenti a me mi sono dimenticata di chiedergli come si chiama. Uno così lo rivoterei volentieri, sono anche passati a sentire quali erano le priorità dei residenti qualche settimana fa, e qualcosa si sta muovendo: meno Ford posteggiate sotto casa, meno risse fra extracomunitari dal sangue caliente. Insomma fatti concreti.


@Ste: che buona la pasta frolla un po' salata, per me la pasta frolla è zia Alba, la zia che ho salutato qualche giorno fa, faceva una frolla per cui era famosa tra tutti i nipoti

stefania c. ha detto...

@anna, concordo con te sul fatto che le ford siano sempre esistite e che però, evidentemente, prima si era un tantino più discreti (o forse furbi).
quel che mi preoccupa non è che le usino in particolare i nostri politici (di cui, a livello personale, francamente, non mi frega nulla), ma che stiano diventando la normalità, che stiano diventato un cult o un obiettivo da raggiungere.
mi urta che il limite della trasgressione debba salire sempre più in alto perchè poi questi diventano i modelli della nostra società. nessuno si scandalizza più se un uomo di settant'anni va con una minorenne o se un uomo di cinquanta (con tanto di famiglia) va con un trans, è normale fare sesso a pagamento senza preservativo, insomma, tutto diventa normale e tutto legittimo.
ora, forse bacchettona lo sono sul serio, ma io non vorrei che i miei figli crescessero con queste idee per me balorde.
io vorrei che i miei figli imparassero cos'è l'amore, qual'è il valore vero della famiglia, quanto è importante la salute e quanto vale il rispetto per le persone e in special modo per quelle che si dice di amare.
tutto qui. e quello che chiederei ai nostri politici, semmai, è che cercassero semplicemente di tenere a bada, negli anni del loro mandato (non per tutta la vita), tutte le loro "debolezze" (e non parlo solo di faccende sessuali, ma anche di soldi, di potere, di intrallazzi e mazzette).
in fondo quando fanno la scelta di rappresentare un'intera nazione, si assumono la responsabilità di diventare un esempio per la nazione stessa. responsabilità sempre più spesso disattesa.

amen.

Anna S ha detto...

@stefania, i valori ai tuoi figli sarai tu a insegnarli e sarai tu a indicare loro quali modelli seguire, perché saranno poi loro a costruire la società. Non credo sia sempre giusto aspettarsi che sia la società a venire prima dei singoli individui che, alla fin fine, ne sono i responsabili.
Quel che voglio dire è che questi dirigenti, a destra e a manca (e quanto manca!!) ce li siamo scelti noi (in senso lato). Quando prendi un treno o ti trovi in un luogo pubblico, NESSUNO ha votato Berlusconi. Nessuno mai. Poi però ha il 75% dei consensi o quello che è. Dove sono tutti? Perché evidentemente ci sono.

D'accordissimo, invece, che un individuo al potere è in tutto e per tutto un personaggio pubblico e, come tale, incarna valori e plasma una precisa immagine di sé e di quel che rappresenta.

maria grazia ha detto...

@tutti, ciao ...che bei post! mi sono riconosciuta in quello che scrivete.
Ieri sono uscita a pranzo con delle amiche e a cena con alcuni dei miei ex compagni si scuola, ed è chiaro che il discorso è andato a finire sull'argomento del momento...
Io non mi scoraggio nel vedere come si comportano qeusti politic, mi in... quello si, perchè non è possibile che per emozionarsi si debba provare di tutto e di piu'...hanno tutto quello che si puo' desiderare, non gli manca nulla...allora arrivano alla depravazione? a destra e a sinistra è cahiro.
Dovrebbero essere di esempio, ma mi domando se sappiano cosa siano i principi morali e il rispetto.
Dire poi che si è stressati perchè la propria vicenda è diventata di dominio pubblico è un schiaffo in faccia a chi è stressato sul serio, e magari sta per perdere il posto di lavoro,o a chi lavora in fonderia.

@Amanda, tu non farti scoraggiare, tu fai il tuo concorso .. non ti curar di loro...

Anna S ha detto...

@maria grazia, giusto! Tutti in fonderia dovrebbero andarsene!!

alessandra ha detto...

@Amanda
E non ti ho detto la mitica frase dei conigli AMANDA STAI SU!!!!
E cerca di dormire il più possibile, magari fatti un'ombra di vino per stordirti o guardati 6 ore di Giacobbo di fila, secondo me crolli per 12 ore di fila!!

Anna S ha detto...

Un po' di rispetto per il Venerabile Giacobbo...
Ieri notavo che gesticola come un disperato. Ma crede di emulare Angela Jr? Bisogna dirgli che gli manca la cantilena e anche qualcos'altro, forse.

amanda ha detto...

eh no non mi tocchi l'angela jr!
e grazie per il conigliesco stai su