20 aprile 2010

Fare i conti senza l'hostess

Tutto ha inizio due settimane fa con la frase: "vacci tu, sai di cosa parlano e li capisci quando parlano; e poi io nel fine settimana devo essere qui".

Abbocco come un merluzzo del Mare del Nord all'amo di Capitan Findus e rincaro con le ultime parole famose: "Parto giovedi' mattina, faccio la riunione, giovedi' alle 23 sono a casa, venerdi' sono qui anche io".

Senza tediarvi troppo sappiate che grazie alla cenere assassina ho sperimentato che si puo' tornare in Italia dalla perfida Albione anche utilizzando il treno, passando sotto alla Manica: in poco meno di tre ore (di sonno, vista l'ora) si e' a Parigi. Da li' in avanti "il grosso e' fatto" (come disse la mamma di Platinette), basta solo avere una sonora dose di fortuna con la C maiuscola e trovare un posticino in uno dei pochi voli rimasti.

La sfiga vera e' invece sentire la fiatella di un cliente r_m_i_o_l_o_i sul collo: e pensare che sarebbe dovuto partire per un mese... :-)

24 commenti:

amanda ha detto...

non era su questi lidi che si elogiava la lentezza, ebbene ci voleva il vulcano. Tutti quegli inutili spostamenti dei baroni universitari, bum segati via dalla nuvola, usassero la video conferenza che inquinano meno, tutto quel viaggiare di su e di giù con aerei una settimana ai mari caldi e ritorno: tutti a casa. Spiace per quelli che devono davvero essere sul posto per lavoro, che davvero non si può fare diversamente. Per il resto chissà che non serva a riconsiderare le tariffe dei treni che in italia sono insostenibili ed a fare vacanze più vicine e sicuramente non meno belle

michi ha detto...

Eh, la lentezza! A potersela permettere certe volte...
Rivolgiamo tutti una preghierina a San Culino patrono del nostro Gianfry Bogart! Ti mancava il racconto: "mi imbarcai per un cargo battente bandiera liberiana..."

oriana ha detto...

mannaggia, oggi non ho tempo! Troppe cose interessanti da commentare per liquidarle in due minuti. Domani, aspettatemi!

amanda ha detto...

michi oggi sei mitica... ma forse non solo oggi

GianfraH ha detto...

Il problema e' che a furia di teleconferenze ho un solco in testa per la cuffia stile buonanima di Ambra Angiolini.

In pratica succedera' che un viaggio di 1000 km che in aereo si faceva in un'ora, adesso si fara' in una giornata all'andata e una al ritorno. E invece del solito appuntamento bisettimalal-ferroviario Firenze-Milano, ci sara' nuovamente da prendere la residenza sulla A1 per delle noiosissime traversate all'insegna delle nebbie mattutine e dei camion addormentati la sera.

g.

amanda ha detto...

passerà la nuvola e se non passerà la faranno passare perchè i soldi contano sopra ogni cosa

alessandra ha detto...

@Michi
Il cargo battente bandiera liberiana :-) Ah il Verdone di una volta quante soddisfazioni ci ha dato!!!

Beh devo dire che perlomeno l'odissea giafranchesca è stata meno tragica di altre che ho sentito ieri a Caterpillar; quei simpaticoni di Cirri, Solibello e Ardemagni stanno organizzando tutto un giro di passaggi per l'Europa tra i vari ascoltatori...

GianfraH ha detto...

@Alessandra

ho avuto c..o perche' mi e' venuto subito in mente il treno e rimaneva un posto (seppure pagato caro) in aereo. Mi fosse venuto in mente qualche ora dopo probabilmente sarei ancora a Londra a godermi la citta'... e non capisco perche' non l'ho fatto! :-)

g.

michi ha detto...

@Amanda: è che nel posto delle fragole ognuno di noi tira fuori il meglio di sè!
G: e comunque era meglio fare 2passi2 a Londra, così imparavano a mandare in giro sempre te!!!

alessandra ha detto...

@GianfraH
In effetti sei stato intelligente e pronto da un lato (perchè hai subito pensato alla soluzione alternativa), ma poco furbo dall'altra, in effetti potevi approfittarne per fare una vacanza a Londra senza che ti scalassero le ferie!!!

GianfraH ha detto...

@Michi

usciamo tutti, a turno. Di questi tempi poi meglio non stare a sottilizzare troppo sul lavoro.


@Alessandra
ci ho pensato dopo, sono troppo onesto (leggi: stupido) per pensare e fare una carognata del genere :-)

Ciao

g.

Gloria ha detto...

Gianfranco sei troppo onesto : così rovini l'italia.
potevi farti una bella vacanzina fare il pieno di toffolette da harrods un bel tè con la regina, una partita a polo con william e invece ti sei infilato nel tubo!
che uomo!

Gloria ha detto...

P.S. Il titolo del post è fantastico!

GianfraH ha detto...

@Gloria

beh, col principino ho rimediato, l'ho visto domenica pomeriggio :-D

Ciao ciao

g.

Gloria ha detto...

Gianfranco : Hai visto Willy???
e non mi dici niente....poffarbacco...
era bello, nè?..scommetto che era vestito con un bel completo blu, camicia bianca e sguardo regale

maria grazia ha detto...

ah pero'! Gianfra che bel tipo di frequentazioni hai!

scrivo bene in sardo, vero?

alessandra ha detto...

@Gloria

Poffarbacco...parli come Mary Poppins!:-)
Ma allora ti piacciono proprio i ragazzi inglesi: Scott, il principe William...ma lo sai che alzano il gomito questi britannici?

alessandra ha detto...

Ciao MG! Che bello ci sei pure tu!! Oggi ti sei fatta desiderare..tutta colpa di Tremonti...lo so

GianfraH ha detto...

@Gloria
...ora controllo, dovrei aver fatto una foto alla foto ;-)

@MG
nein! Avresti dovuto dire:
"G, arrazz'e genti bella chi cannoxisi !!!" :D

Gloria ha detto...

Gianfranco : come direbbe Govi : che burlone che sei!
il viaggio nella terra di mezzo ti ha trasformato da uomo del futuro a uomo impavido e coraggioso. ci vuole fegato per arrivare fin lì in mezzo al nulla e vedere il principino!

alle ha detto...

Se penso che tutti i giorni i cieli europei sono trafitti da decine di migliaia di voli aerei, credo sia diventato necessario un ridimensionamento.
L'atmosfera ne trarrebbe eneficio, le compagnie aeree sarebbero numericamente minori e con meno probabilità di fallire, i terroristi di varia estrazione non avrebbero più il giocattolino comodo per i loro atti di violenza, le presunte epidemie non avrebbero di che veicolare, molto petrolio rimarrebbe nei barili.
Chi può, per qualche tempo, non viaggi in aereo. Facciamoci del bene in maniera diversa.

Parlando invece della Royal Family, finalmente c'è un erede che si lascia guardare.... del resto è tutto sua madre (povera!).

michi ha detto...

Ah però, il principino Will.. ma a noi italiani ora non manca nulla: anche noi abbiamo il nostro ebet...hem...principe ereditario E. Phil detto Er provola! (perchè ci ha provato con politica, ballo, canto, business, tv e chi più ne ha..)
Vuoi mettere?!? Oh my God!

Ha ragione Gloria: tu e la tua onestà rovinate assolutamente la media italiana!! Nun se po' fa', cerca di essere un pochino scorretto ogni tanto...

amanda ha detto...

er provola da oggi SH si chiamerà sicuramente così a casa mia :-D

alle ha detto...

er provola, è fantastico !
Michi in questi giorni sei strepitosa, non smettere ti prego!