2 aprile 2010

tre madri




Madre di Tito:
"Tito, non sei figlio di Dio,
ma c'è chi muore nel dirti addio".

Madre di Dimaco:
"Dimaco, ignori chi fu tuo padre,
ma più di te muore tua madre".

Le due madri:
"Con troppe lacrime piangi, Maria,
solo l'immagine d'un'agonia:
sai che alla vita, nel terzo giorno,
il figlio tuo farà ritorno:
lascia noi piangere, un po' più forte,
chi non risorgerà più dalla morte".

Madre di Gesù:
"Piango di lui ciò che mi è tolto,
le braccia magre, la fronte, il volto,
ogni sua vita che vive ancora,
che vedo spegnersi ora per ora.

Figlio nel sangue, figlio nel cuore,
e chi ti chiama - Nostro Signore -,
nella fatica del tuo sorriso
cerca un ritaglio di Paradiso.

Per me sei figlio, vita morente,
ti portò cieco questo mio ventre,
come nel grembo, e adesso in croce,
ti chiama amore questa mia voce.

Non fossi stato figlio di Dio
t'avrei ancora per figlio mio".



Per questo venerdì rubo a Jack il vampiro l'incipit più adatto, con buona pace di Ale che tanto è in vacanza

9 commenti:

Gloria ha detto...

Magari sto per dire un'eresia e verrò raggiunta da una scomunica ma penso che alcune tra le più belle preghiere che siano mai state scritte siano proprio alcune canzoni di De Andrè. questa è proprio adatta per la giornata
Brava Amanda!

amanda ha detto...

delle scomuniche di questa chiesa faccio collezione

oriana ha detto...

Gloria, sono d'accordo con te.

michi ha detto...

Gloria le eresie sono altre...

Chi potrà mai avvicinarsi alla sua capacità lirica, alla sua semplice poesia, ai suoi messaggi accorati: INSOSTITUIBILE-GRANDE-UNICO

alle ha detto...

potremmo definirla una preghiera laica, di quelle che sono più vicine all'uomo poichè traggono
spunto dalla sua forza e dalla sua
debolezza.
Faber più di tutti non conosceva l'ipocrisia, cosa invece che non intravedo nelle parole e nelle azioni della Chiesa odierna.
In questo giorno che mi induce alla
riflessione e al ricordo di due figure indiscutibili del credo cristiano, trovo in questo testo l'essenza del dolore che ti pervade alla morte di un figlio.
Perchè prima di tutto siamo esseri umani.

Marilina ha detto...

Eccomi, sono stata un po' in giro...

Anch'io prendo a prestito alcune parole di una bellissima canzone per fare a voi ed alle vostre famiglie i miei migliori auguri per una Pasqua serena e di speranza.

Buona Pasqua!

(Dio e' morto - Francesco Guccini)

.........
Io penso, che questa mia generazione e' preparata a un mondo nuovo e a
una speranza appena nata
ad un futuro che ha gia' in mano a una rivolta senza armi perche' noi
tutti ormai sappiamo

che se Dio muore e' per tre giorni e poi risorge
in cio' che noi crediamo Dio e' risorto
in cio' che noi vogliamo Dio e' risorto
nel mondo che faremo
Dio e' risorto
Dio e' risorto
Dio e' risorto

Gloria ha detto...

Ciao Marilina!!! auguri anche a te e grazie della canzone.

amanda ha detto...

auguri o meglio augiri e spero che restino stampati almeno fino a quando voi li ricevete

oriana ha detto...

va bene la Pasqua, va bene Pasquetta, ma non ci sentiamo più fino a martedì?