3 maggio 2010

Incipit del 3 maggio




"Assolutamente no!"sclamò Michele Caruso, il direttore.
"Vorrei chiarirti... " inistì Alfio Smecca, redattore capo e conduttore del notiziario regionale di prima serata.
"Non ha niente da chiarirmi, Alfio".
"Ma è 'na pura e semplici notizia di cronaca, Michè!".
"Quanto sei 'nnuccintuzzo, Alfiù! Tiè, mozzica il ditino".
"Ma come, avrebbero mandato un avviso di garanzia al figlio dell'onorevole Caputo e tu me la chiami 'na pura e semplici notizia di cronaca?"

Andrea Camilleri. La rizzagliata. Sellerio

Questo incipit di oggi vuole essere un omaggio ad Andrea Camilleri, mio maestro di roccia, dopo la sua straordinaria intervista di ieri serada Fabio Fazio.
Il rizzaglio è un retino da pesca e questo "semi-nuovo" romanzo di Camilleri descrive come ci siano pochi e capaci manovratori di rizzaglio e molti pesci che nel rizzaglio finiscono. Come all'interno di questa rete il copione sia praticamente già scritto ed i pupi debbano eseguire i loro balletti sotto l'occhio attento del regista.
Camilleri, per sua stessa amissione, prende spunto da un fatto di cronaca, l'omicidio di Garlasco, ma lo inserisce nella realtà che conosce meglio, quella siciliana sviluppando un intreccio sconcertante.
Come sempre, quando si tratta di Camilleri, una coinvolgente lettura.

14 commenti:

Gloria ha detto...

Ah Camilleri, mi mette una pace quell'uomo. anche se scrive di delitti e omicidi ha un'aria così serafica.
Deve essere un bel libro : bisogna stare attenti a non finire nelle maglie del rizzaglio, ci sono manovratori astuti che ci catturano con facilità. io, che abbocco facilmente a tutto, sarei la prima a finire nella rete.

amanda ha detto...

temo che nelle maglie ci siamo già senza neppure saperlo, vivendo nella nostra beata ignoranza

alessandra ha detto...

Grazie cara Amanda, io per Camilleri ho una vera adorazione. Mia madre mi ha regalato ormai tanti anni fa "La stagione della caccia" e mi sono innamorata della sua scrittura. Poi ho scoperto i romanzi del commissario Montalbano e anche lì è stato "amore a prima lettura". Però anche gli altri libri meritano davvero di essere letti.
E poi chi non starebbe ore a sentir parlare Camilleri con la sua arguzia, intelligenza e capacità di affabulazione? Io ieri ero incantata. Che omo...

amanda ha detto...

non ne fabbricano più così.

Ieri pensavo che se lo incontrassi mi verrebbe spontaneo abbracciarlo, anche se non so se gradirebbe, ma è come se fosse uno zio, uno di famiglia

alessandra ha detto...

@Amanda
Infatti anche io me lo abbraccerei! Ma sai che ho letto che quando scrive non ama isolarsi come fanno molti, ma gli piace avere un pò di confusione in casa, i nipotini che magari sgambettano sotto il suo tavolo...che omo bis!

amanda ha detto...

Pensa quei nipotini che racconti avranno, che favole della buona notte

alle ha detto...

Io sono una e-lettrice di Andrea Camilleri, una del suo popolo.
Se un'immagine può raffigurare nella mia mente e nel mio animo il sentimento di adorazione, quell'immagine appartiene ad Andrea Camilleri, uomo e scrittore.
Al prossimo ballo di corte sarà lui il mio cavaliere !
E poi quando ho sentito che ha calpestato il suolo di Pozza di Fassa sono cascata dalla poltrona stesa per terra. Devo assolutamente andare alla ricerca di quelle orme......

alessandra ha detto...

@Alle
Anche io andavo sempre a Pozza di Fossa..che ridere lui odio proprio la montagna!

alessandra ha detto...

@Alle
E' vero siamo tutti e-lettori, perchè Camilleri è eletto dal popolo! :-)

oriana ha detto...

Camilleri l'ho scoperto solo con i romanzi di Montalbano, ma poi ho voluto leggere anche i primi romanzi e mi ha affascinato.

maria grazia ha detto...

Andrea Camilleri è un grande, ero stesa per terra durante la sua intervista

michi ha detto...

Io lo vorrei presidente della Repubblica/presidente del consigio/papa e anche ct della nazionale.

amanda ha detto...

@Michi: dove si firma?

alessandra ha detto...

@michi
magari!!