8 giugno 2010

In gran segreto


In gran segreto
ho raccolto il bicchiere in cui avevi bevuto
e l'ho portato a casa.
Il pomeriggio, quando torno da scuola,
lo metto sotto il rubinetto
e vedo un bacio che galleggia nell'acqua.



Jairo Anibal Nino. Da "Mi fa male la pancia del cuore". Sonzogno Editore


Per questo post devo ringraziare il Giardi che, in assenza di Ste, mi suggerisce dove cercare versi deliziosi. Mi fa male la pancia del cuore è una raccolta di poesie d'amore nate tra i banchi di scuola

21 commenti:

giardigno65 ha detto...

Versi semplici ma di grande profondità ...

Nelle brume della lontananza
torno ad essere bambino.
Scalzo
cammino per le tue dune.
Tocco
la tua pelle d’arena,
gioco
con il muschio segreto
dei tuoi annosi alberi.

Gadea Juan Baladán

amanda ha detto...

ecco cosa avevo detto, ora mi metto di nuovo alla ricerca :-)

alessandra ha detto...

Meravigliosa...veramente un dolce buongiorno, grazie Giardi e grazie Amanda. Non conoscevo questo poeta, mi informerò subito.

alessandra ha detto...

La letteratura sudamericana riserva sempre delle belle sorprese...

alle ha detto...

Giardi mi piaci in queste long version.....
poesia visiva, olfattiva, sensoriale, evoca la figura femminile percepita dall'uomo, ma ci sta anche l'effetto contrario.

Grazie Amanda anche per averci portato il Giardi.....

alle ha detto...

Anche il bacio che galleggia sull'acqua è invitante.....

e la pancia del cuore è quella a cui fare solletico per essere allegri ?

alessandra ha detto...

@Alle
E' proprio quello che mi piace della letteratura sudamericana, sia i romanzi che le poesie sono scritti usando tutti i sensi,l'olfatto, la vista, il tatto...dalla pagine ti arrivano profumi, immagini.

Molto bella l'espressione pancia del cuore, rende l'diea.

oriana ha detto...

ottimo inizio di giornata.

Brava Amanda e grazie a Giardi

maria grazia ha detto...

vero! bell'inizio di giornata, grazie!

Gloria ha detto...

Giardi ha ragione Alle, la tua long version è fantastica.
vieni più spesso da queste parti.

amanda ha detto...

un tripudio femminile Antonio! ;-)

giardigno65 ha detto...

chi lavora in un harem come me (manutentore aggiunto) l'è QUASI immune !!!

amanda ha detto...

poi anche a casa non fai difetto di materiale femminile

amanda ha detto...

.. ora che ci penso cosa fa un manutentore aggiunto e perchè sta in un harem?

Mafaldanellarete ha detto...

mi fa male la pancia del cuore lo devo comprare, anche solo per il titolo. E' bellissimo...

amanda ha detto...

anche a me è piaciuto molto il titolo :-)

lillo ha detto...

sono incantato :)
ecco quello che intendo io per poesia, qualcosa di semplice e profondo ma mai banale...

franzblog2 ha detto...

Di una tenerezza infantile, o forse pre-adolescenziale.
Tanto da spiazzare, e da evocare antiche, mai cancellate del tutto, palpitazioni d'amore quasi dolorose.

E da far riflettere sull'essenza più vera delle nostre povere vite.

Salutone.
Franz

alessandra ha detto...

@Franz
Centro!!!

amanda ha detto...

ecco Lillo e Franz concordo al 100%

alle ha detto...

Ciao Lillo a quando una delle tue poesie ?

Ciao Franz, cuore candido !

Ciao Mafalda, sempre piacevole leggerti.

Ciao tutti !