6 giugno 2010

Incipit del 7 giugno







L'osteria di Secondo, nel centro di treviso, è una meraviglia: belle sedie impagliate, bancone di marmo e atmosfera familiare. Sulle pareti bianche, neri segni di viti potate. L'occhio esperto riconoscerà il guyot o il sylvoz, ma anche l'inesperto può godere di quegli eleganti corpi contorti, con archi e speroni. La potatura è l'alfa, per Secondo, il momento in cui si fondono passato, presente e futuro della vite.
E del vino, naturalmente, un organismo vivo nè più nè meno dei clienti, onesti perdigiorno che si sgranchiscono dalla fretta seduti ai tavoli.


Fulvio Ervas. Finchè c'è prosecco c'è speranza. Marcos y Marcos Editore


4 capitolo della godibilissima saga dell'ispettore Stucky, trevigiano con ascendenze in Persia. In questo nuovo libro l'antica sapienza del viticoltore si intreccia alla storia dello sfruttamento del territorio ed il matto del paese ci narra la sua personale Spoon River e Stucky ha un bel pedalare per risolvere l'intricato giallo

11 commenti:

alessandra ha detto...

Mi intriga proprio questo libro, lo segno e me lo leggerò quest'estate, in genere al mare mi piace leggere i gialli...e chissà che non mi instilli la passione per il vino che non mi ha contagiato finora.

amanda ha detto...

ma puoi decidere di partire "commesse di treviso" o da "pinguini arrosto" che sono i primi due, ma è godibilissimo anche questo di per sè, non è necessario leggerli tuttti

Anna S ha detto...

Come smentire un simile titolo?? In questo periodo di depressione protoestiva (mi passerà a ottobre inoltrato, diciamo pure novembre), non posso che attaccarmi a quello.

amanda ha detto...

devo dire che appena visto il titolo ho pensato: questo lo regalo ad Anna :-D

alessandra ha detto...

@AnnaS
Ecco vedo che siamo agli antipodi, io mi accendo in primavera- estate e mi spengo un pò col tempo nuvoloso di novembre. :-) Il mondo è bello perchè è vario...eh ho detto proprio una frase originale! :-)

oriana ha detto...

Ale ma sei totalmente astemia? Non sai che ti perdi! Favoloso in in una calda sera d'estate sorseggiare un prosecco fresco in buona compagnia.

amanda ha detto...

ma no che non è astemia ed anzi vorrebbe essere portata sulla cattiva strada, è che lo stomachino non le regge

alessandra ha detto...

@Amanda
Grazie dottoressa per la sua attenzione al mio stomachino. Anche quando lo stomaco funzionava a pieno regime però bastava poco alcol per farmi girare la testa, soprattutto i bianchi..è che sono stata praticamente astemia fino ai 25 anni o anche di più.

amanda ha detto...

i bianchi sono bastardi dentro, vanno giù lieti e presentano rapidi il conto

maria grazia ha detto...

...e pensare che a me fanno quello scherzo i rossi....

alle ha detto...

a me i rossi e i bianchi...
però quanto sono buoni!