15 luglio 2010

Buio e musica in sala!!!



Questa splendica canzone della superba Annie Lennox fa parte della colonna sonora del film "Dracula di Bram Stoker" del regista Francis Ford Coppola, mi ha conquistato dalla prima volta che l'ho sentita e tuttora quando la ascolto mi fa venire le farfalle nello stomaco. La canzone si chiama "Love song for a vampire" e mi raccomando non facciamo ironia, questo post non è una dichiarazione d'amore per il vampiro...
Dirò una grande banalità, ma la musica è importantissima in un film, sottolinea i passaggi e le scene in maniera indelebile, può amplificare le sensazioni, aumentare la suspense come ad esempio fa quell'ansiogena e terrorizzante musichetta di Psycho.
Un maestro in questo è stato Stanley Kubrick, sempre originale nell'abbinare colonne sonore azzeccate ai suoi film, vi ricordate il valzer di "2001 Odissea nello spazio"? Una pietra miliare direi.
Una colonna sonora di un suo film mi è rimasta particolarmente nel cuore, quella di Barry Lyndon, c'è una magnifica e suggestiva canzone dei Chieftains, grande gruppo folk irlandese , che dà una magia a questo film già pervaso di poesia, pensate che Kubrick ha voluto girarlo solo con la luce naturale del giorno e utilizzando per gli interni solo la luce delle candele e delle lampade ad olio. Vedere certe scene del film, che sembrano uscite da quadri accompagnate da questa musica così evocativa riempie il cuore.



Quali sono le vostre colonne sonore preferite, quale canzone da film vi fa venire il magone e vi emoziona quando la sentite?

15 commenti:

Gloria ha detto...

Non ho dubbi : urban cowboy con john travolta. non si può non avere quel cd. io l'ho consumato...
c'è tutto quello che si intende per country music. è meraviglioso, anche il film non è male, è una pietra miliare del genere.
e poi naturalmente walk the line che racconta la vita di johnny cash con una carrellata dei suoi successi. per un tuffo nel passato.

Gloria ha detto...

Vorrei aggiungere anche "o brother where are thou?" dei fratelli cohen con clooney. bellissima musica ma un pò più bluegrass che country, comunque da far vibrare il cuore

Anna S ha detto...

Ritorno a questi lidi dopo un po' di assenza ma bado al risparmio (di tempo e parole) e rimando al post del 15 marzo scorso per i miei commenti; mi limiterei a ripetermi e so che vi annoierei.

Vado a farmi un caffè col quale devo tirare fino a sera.

Buone cose.

oriana ha detto...

La prima che mi viene in mente e mi vengono i brividi ripensando anche alla scena è Ghost, quelle mani che modellavano la creta, che si toccavano.... davvero struggente.

oriana ha detto...

@ Anna: smack!!!

amanda ha detto...

allora: molto Morricone tra tutte
Mission ma anche c'era una volta in America,Underground
di Kusturica con tutto Bregovic, la colonna sonora di I love radio rock, ma sono molte altre le colonne sonore che mi hanno colpita e naturalemente Barry Lindon e 2001 odissea nello spazio sono tra quelle, anche Nino Rota nei film di Fellini

oriana ha detto...

ce la mettiano Moon River di
Colazione da Tiffany? Sono una romanticona ormai l'avete capito.

alessandra ha detto...

@Oriana
Come no, Moon River è la colonna sonora del nostro blogghino!

amanda ha detto...

anfatti :-)

oriana ha detto...

altri brividi, ma di diversa natura me li facevano venire i Gobelin con Profondo Rosso

alle ha detto...

Senz'altro il Morricone citato da Amanda e anche Vangelis con Blade
Runner e Chariots of fire. Tra quelle non originali mi vengono in
mente Il grande freddo e Alta Tensione.
Sono certa che se stessi a pensarci qualche minuto l'elenco sarebbe molto, molto più consistente.
Ma non ho tutto questo tempo, scusate ma in questi giorni è così......

amanda ha detto...

@Alle: resisti resisti resisti

suarakamansa ha detto...

mamma mia! (il miusical) tra i piu recenti.
e direi un po' di tarantino sparsi qua e là (kill bill I e II e pulp fiction)

ma ne avrei a centinaia.
e senti questa: in Philadelphia, quando tom hanks esce dallo studio dell'Avvocato Denzel washington che lo ha rifiutato come cliente e esce in strada; primo piano su di lui con gli occhi lucidi e parte la canzone di Bruce "Streets of Philadelphia". brividi

amanda ha detto...

oh è vero Mamma mia gli ho dedicato anche un post, e anche in Philadelphia c'era tutto Bruce.

Mi è venuta in mente anche la scena de le fate ignoranti sulla terrazza in cui l'amica di Stefano Accorsi canta grazie alla vita di violeta parra, ho deciso che la voglio al mio funerale che sarà rigorosamente civile (la canzone non l'amica di Stefano Accorsi)

alessandra ha detto...

@Alle
Resisti

...non parliamo di funerali :-(