13 ottobre 2010

Il male



Correva l'anno 1978, e vedeva la luce Ranxerox, lo si leggeva sul Male o su Frigidaire, era un fumetto ambientato in una metropoli del futuro dove questo personaggio, un robot divenuto violento si innamorava di una ragazzina tossica e spuderata nel servirsi del robottone sciroccato, e dove la violenza era pregnante esagerata, ridondante, esplodeva senza motivi apparenti e non riguardava solo i protagonisti ma permeava quella società.
Ora viviamo dentro Ranxerox, ora si può uscire a lavorare in taxi e non fare ritorno perchè tre Ranxerox incapaci di educare un cagnolino lo lasciano libero di essere travolto da un auto salvo poi massacrare di botte l'autista che pure si era fermato a prestare soccorso e non paghi minacciano i testimoni dell'aggressione, dove si litiga sulla metro al punto di prendersi a cazzotti e ridursi in fin di vita, dove con il pretesto del calcio si mette a ferro e fuoco una città. Dove la classe dirigente vive sul disprezzo delle regole e giustifica se stessa e quindi ogni demolizione del vivere civile, delle stesse regole che ogni società deve imporsi per riconoscersi, confrontarsi civilmente e progredire. Quel che allora mi sembrava esagerazione è storia di ordinaria inciviltà.
Unica nota positiva qualcuno esce a riveder le stelle

5 commenti:

alessandra ha detto...

Hai ragione cara Amanda, quello che sembrava un'esagerazione solo da fumetto grottesco, adesso è realtà, basta vedere anche quello che è successo a Roma ieri, una donna malmenata è finita in coma, e cosa gravissima nessuno si è fermato a soccorrerla mentre era a terra..l'ho visto succedere tante volte nella capitale.
Sono felice anch'io per i minatori che stanno pian piano uscendo dal loro incubo sotterraneo.

Gloria ha detto...

Stiamo vivendo in un mondo sempre più aggressivo. si assistono a liti banali al supermercato per il rispetto delle file, ci si insulta per un parcheggio in auto. siamo diventati violenti. abbiamo una quantità enorme dentro di rabbia che sempre più tante persone sfogano addosso al primo che capita. è inquietante.
che poi se vai a vedere quell'idiota del cane era in completo torto : per legge i cani vanno tenuti al guinzaglio sempre, e di qualunque taglia. se è finito investito la colpa era solo sua che non ha rispettato la legge e se l'è presa con un innocente.
che brutto mondo.

giacynta ha detto...

Passo per un saluto!
Giacinta

amanda ha detto...

ciao Giacynta

amanda ha detto...

penso che la gente non abbia sogni, se il massimo che riesci a sognare è una borsa di gucci, il suv o le tette finte per cosa vivi? alla fine tanto deserto morale si comprime ed esplode