16 dicembre 2010

Antò fa freddo

Lo so è banale, lo so fa molto telegiornale minzoliniano, lo so manca solo che scriva il generale inverno spazza l'italia; anzi lo scrivo proprio: l'italia nella morsa del gelo.

Ora i detrattori sparino a zero: non mi importa, hanno argomenti interessanti, li postino.

La domanda a cui vi chiedo di rispondere oggi è: come fare per stare caldi?

Facciamo come ai telegiornali quando con 40 gradi all'ombra ti dicono di non chiudere il bambino nell'auto sotto il sole alle due del pomeriggio dopo averlo tenuto per ore senza bere neanche un sorso d'acqua e senza un finestrino abbassato.

Il mio top dei suggerimenti è: dotatevi di una copertina umana di vostro gradimento e chiudetevi in camera, gettate la chiave e buon divertimento.

ed i vostri?

18 commenti:

alessandra ha detto...

Buongiorno da una reclusa in casa causa abbondante nevicata notturna...quindi l'argomento freddo mi tocca da vicino oggi.
Allora io ieri ho preso tanto freddo e quello che consiglio quando si è ghiacciati è un'abbondante doccia calda, ieri mi ha rimesso al mondo.
Un altro consiglio che mi sento di dare è di usare giacconi lunghi, ieri avevo addosso un piumino più corto e mi sentivo il freddo entrare dapperttutto, non sembra ma pochi cm di giacca in più fanno la differenza.
Per quanto riguarda la copertina umana la gradirei moltissimo, ma al momento non ne ho una a disposizione, ma aspetto fiduciosa, anzi se volesse arrivare a domicilio anche oggi io, la principessa boccoluta reclusa nella sua torre, calerò le mie brune trecce..ihihih

amanda ha detto...

una cosa che funzionava sempre erano i vin brulè al mercatino di natale di merano (notate ho scritti i vin brulè che uno proprio non mi significa nulla da quelle parti, e neanche da queste). si usciva dall'ospedale alle 6 e mezza della sera e generalmente da quelle parti tutto sta per chiudere, al povero lavoratore affranto non resta nulla da fare, ma natale eh sì natale ha il mercatino, a quell'ora il turista infervorato è tornato sul torpedone o si è chiuso nell'albergo tutto incluso, restano i locali che si piazzano sotto la stufetta con i piedi al gelo e il brulè in mano e ciaccolano e ridono. un ricordo bellissimo

oriana ha detto...

da noi la settimana prima di Natale i negozi restano aperti fino a mezzanotte, e i commercianti mettono fuori dal negozio un banchetto ed offrono vin brulè e bomboloni a quei coraggiosi che si avventurano per le vie del centro.

Mia nonna in montagna, nelle serate più fredde preparava una polentina morbida fatta con farina di castagne cotta nel vino. Una bomba!

sergej ha detto...

aderisco volentieri al suggerimento di amanda riguardo la coperta umana: il problema è che, alzandosi alle 6, stando fuori al lavoro tutto il giorno e poi crollando a letto dopo cena (salvo interruzioni da parte dei bambini), è difficilmente praticabile.

Gloria ha detto...

Io non dispongo di coperta umana, per ora solo coperta felina. la mia gatta satanica ha il buon senso di sedersi sulle mie ginocchia alla sera quando mi metto in poltrona e questo insieme a un thè bollente (d'obbligo nelle mie serate invernali) mi restituisce un colorito non proprio cadaverico.

amanda ha detto...

Oh Sergio ma ci crollerai in compagnia a letto, va bene sfiniti ma che diamine a volte non nascondiamoci tutti dietro al paravento della stanchezza

lillo ha detto...

bella l'idea della copertina umana :) mi piace un sacco! certo che ce ne sarebbe un sacco bisogno qui, parola di antonio! ;)

maria grazia ha detto...

@Amanda! ho dovuto ridere da sola nel leggere della copertina umana,magari avene una!
Ho una copertina felina dolcissima, che si infila sotto le coperte e dorme schiena contro schiena ... non è lo stesso è vero...

sergej ha detto...

intendevo che è praticabile nelle ore notturne (stanchezza permettendo), ma non durante il giorno, purtroppo.
anzi, ora che ci ripenso, durante il giorno ho due copertine formato-mini, ma molto efficaci alla bisogna.

amanda ha detto...

non sono male neanche le copertine mini a volte quando il mio nipote più piccolo viene a coccolarsi addosso è un piacere unico, non che le grandi disdegnino (anche se durerà ancora per poco)

Marilina ha detto...

A: fa un freddo cane
B: non dispongo di copertina umana
C: non dispongo di copertina felina
D: dispongo di copertina in puro sintetico ma
E: non dispongo di divano
F: non dispongo di mini-copertine
G: devo continuare?!?

Amanda, a te il freddo fa proprio venire bollenti spiriti!!!
Evvvvaaiiiii!!!

amanda ha detto...

@Marilina: tea al rhum?

Marilina ha detto...

Eccesso glicemico, credo di aver mangiato almeno 5 paste di un bel vassoione portato da un fornitore.

Come dice Gloria, gli zuccheri servono per combattere il generale inverno!!

:-)))))

amanda ha detto...

ed anche le carenze affettive!

Gloria ha detto...

Marilina, perchè a te i fornitori portano le paste e a me solo penne che non scrivono e calendari orribili con foto di bambini anni 70 o paesaggi montani non meglio definiti? cosa fai per otternere i bignè???

Emilys ha detto...

la Trip ha la pelliccia dalla nascita quindi è naturalmente avvantaggiata.In più negli anni ha accumulato strati di grasso tipo leone marino...e adora il vin brulè ;-)

amanda ha detto...

la Trip è una intenditrice non avevo dubbi

Marilina ha detto...

Gloria, bisogna dotarsi di due colleghe che sembrano le veline... le paste le consegnano a me solo perchè sono all'ingresso...
In ogni caso il prossimo bignè che arriva te lo spedisco.
Crema o cioccolato?