13 dicembre 2010

La messa in piega della ginnasta


Le prime volte che sali su un paio di sci da fondo (skatting, non passo alternato da passeggiata del nonno) fai una fatica inimmaginabile, poi con il passare del tempo ti coordini e fai una fatica immaginabile, cioè riesci a godertela in piano, ma fai più chilometri e più salite, quindi il risultato non cambia: lo sci di fondo è una fatica, senza godimento all'inizio, con godimento dopo.

Quando ero ancora alla fase "fatica inimmaginabile" arrivavo alla meta rovinata, sudata, inavvicinabile olfattivamente, i capelli che scivolavano dallo chignon che avevo fabbricato alla partenza e vedevo delle donne arrivare con il capello in piega perfetta, non una ciocca fuori posto, perfettamente lavati e laccati (laccati badate bene non leccati), i miei urlavano lavami lavami e schizzavano ovunque. allora mi dicevo: quando diventerò più esperta farò meno fatica e non arriverò più distrutta alla meta. Certo non sarò Stefania Belmondo o Manuela di Centa, ma macino chilometri ogni stagione eppure continuo ad arrivare sciolta alla meta. Poi il nuovo smacco facendo il medico alle terme per le nonne cocoon. Le mie atlete over 65 che fanno acquagym ed escono inappuntabili dalla vasca, la messa in piega intatta, come faranno mai? Quando ho visto le loro cuffie da bagno ho finalmente capito: la classe non è acqua, la cuffia della nonna l'acqua non la teme

15 commenti:

chechi ha detto...

la cuffia della nonna è assolutamente impermeabile, ma strappa i capelli!!! tu lo sai?? tu lo sai che io una volta l'ho messa e poi non potevo più toglierla, che già m'immaginavo a vivermi tutta la vita con la cuffia di gomma in testa?? che insomma,q uelle cuffie lì dovrebbero vietarle! alto che..

amanda ha detto...

benvenuta/o Chechi: non ho trovato una foto che mostrasse la cuffia della nonna che indossano le nonne che visito io, una via di mezzo tra quella illustrata ed un cappello del cuoco, giuro che non so dove le trovano, ma esistono e quando le tolgono sono più in piega che pria

oriana ha detto...

Amanda sto ancora sorridendo, pensando all'immagine di te tutta "sbaruffata" sugli sci!

Sai le nonne hanno i loro segreti per apparire sempre impeccabili, mi hai ricordato quelle nonnine con le permanenti candide, ma con quel velo di azzurrino!

Marilina ha detto...

Ohhh, quanti nuovi sorvolatori... benvenuti e buona settimana!

Io il capello in ordine non ce l'ho neanche quando sono ad un matrimonio e solo mezz'ora prima uscivo dal parrucchiere.

Ci sono donne che si appuntano i capelli con una matita, fanno il triplo salto mortale avvitato carpiato e sembrano comunque la Bellucci che gira un film.

Che non siano i capelli ma la postura del collo?!?

La signora della foto con quella cuffia è bellissima!

Bhè, a dire la verità i miei capelli dopo la "collata" vanno un po' meglio.

alessandra ha detto...

Sapessi come ti capisco cara Amanda, l'estate scorsa le vecchine romagnole mi davano dei punti ad acquagym, erano superallenate.
Per quanto riguarda l'argomento look impeccabile, io ho una mia teoria, ovvero che noi siamo donne passionali, che facciamo tutto con grande trasporto, entusiasmo, con tutte noi stesse, per cui usciamo più sconvolte...che dici ho trovato un buon alibi? :-)effettivamente però le persone con un carattere più algido e controllato escono perfette...:-)

amanda ha detto...

Alessandra ti adoro te l'ho mai detto?

Tonino ha detto...

E' vero !
I gelati sono tutti uguali.
Le focacce tutte diverse,ma buone !

alle ha detto...

Ci sono femmine che hanno capigliature perfette anche quando
le fanno sembrare spettinate. Non ho mai capito come facciano, a volte penso che non respirino nemmeno. Credo che per chi fa sport esista qualche trucchetto per tenere legati i capelli, forse bisogna lavorarci un po' prima, con mollette, fermagli, elastici, gel. Di sicuro un taglio corto e pratico mette al riparo da ogni inconveniente.
Ho molto odiato le cuffie da bagno
quando ero bambina, mia madre mi obbligava ad indossarle al mare e in piscina perchè avevo capelli lunghissimi e folti e asciugarli ogni volta era un'impresa. Ma non le sopportavo, tiravano i capelli, non sentivi più niente e, santo cielo, sembravi un marziano. Però la testa restava asciutta........

Gloria ha detto...

Io durante le giornate di pioggia al canile, non potendo usare l'ombrello, indosso un orribile ma pratico cappello impermeabile tipo quello dei pescatori (in effetti lo comprato in un negozio di pesca). a parte l'aspetto del fungo che assumo, la sera quando me lo tolgo i miei capelli escono sconvolti tipo dita nella presa o incontro ravvicinato con alieno. assomiglio molto ad alfa alfa delle simpatiche canaglie con un alquanto poco femminile mini nido di merlo ribelle che si alza impettito. forse dopvrei decidermi a mettere una cuffietta da piscina proprio come quella della foto..
Amanda, guarsa che oggi mi sono comprata il croccante, il prossimo sabato devi smaltire!

alle ha detto...

Ale, giustissimo !

amanda ha detto...

la figlia di mia cugina ha fatto nuoto sincronizzato per un po' e mi raccontava che le doveva fare una colata di colla di pesce in testa perchè stessero tutti belli "pettati" come si dice qui

maria grazia ha detto...

Questa signora è proprio carina.
Anche io faccio parte delle spettinate, non c'è nulla da fare, ma se fatichi come puoi rimanere tutta bella e a posto? mistero!
una volta mi preoccupavo, ora non piu'.. ahhhhh la maturità...

amanda ha detto...

@MG: stato di grazia!

alessandra ha detto...

Sì magari Amanda me l'hai già detto che mi aodri, ma ridimmelo :-)

Marilina ha detto...

Grazie Ale!
Anche a me piace molto tanto tantissimo la tua giustificazione!

Mi butto nelle cose con tale passione che ne esco sconvolta.
Tiè!