26 aprile 2010

A VOLTE RITORNANO






com'è bello il nostro blog con tutti questi ritorni,con gli arrivi nuovi, anche se come meteore, anche solo saltuariamente sapervi ancora nell'aria e nella rete è una gioia per l'anima

41 commenti:

oriana ha detto...

Come hai ragione Amanda!

Anna S ha detto...

Ma quanto bravo è Battiato, con la necessaria, doverosa esclusione dell'inascoltabile, melensa "Cura"?

amanda ha detto...

oh Anna ti prego non mi toccare la cura, se in amore vuoi essere bastonata o vuoi mantenere le distanze tuo diritto, ma ti auguro lo stesso un amore travolgente e coinvolgente che ti faccia apprazzare anche quella

Anna S ha detto...

Bastonata...? Oh Gesù mio, no, non sono masochista. E meno che mai sado-maso.

Ma con tutte le belle canzoni che ci sono al mondo, no, il primo che mi dedica La Cura è un uomo morto.

alessandra ha detto...

Oddio mi immagino quel povero ometto che metterà "la cura" sperando di conquistare il cuore della ritrosa Anna e invece di un bacio gli arriverà un sonoro ceffone...povero...;-)

Bentornati davvero!!

Marilina ha detto...

Mi avete incuriosita ragazze, mai sentita, ora la cerco e poi mi schiero!!

:-))))

Anna S ha detto...

@Marilina, anche no...

:-))

Gloria ha detto...

Questo bel turbinio di ritorni mi fa venire in mente la parte finale del brano Mac the knife : Because Macky that bum, he's baaaack in town!
e comunque se parliamo di canzoni romantiche fatevi tutte più in là! la musica country è la miglior spargimelassa in campo discografico e suggerisco somebody like you di keith urban.

Tonino ha detto...

La prevenzione è meglio della cura.

Ma non mi toccate Franco Battiato !
Il testo della ''cura'' è il più alto atto d'amore che l'individuo può dedicare al suo amore.
Curare l'ipocondria con dedizione, cercando tutti i mezzi ed i metodi per guarire il / la sua/o amata /o.
Dedizione ormai merce rara, pezzo d'antiquariato introvabile.
E' stata distrutta dalla velocità della vita, dagl'impegni, dal lavoro, dalle relazioni via cavo e telefoniche.
Quanto sarebbe bello ,invece, prevenire parlandone ,ascoltando ciò che giunge aldilà del muscolo granpettorale.
Non c'è, terapia identica.

Qualcuno non sarà daccordo con me, lo comprendo,ma ,lo sapete, sono del mondo sanitario, e spiace sapere che si è trascurata la prevenzione e si deve ricorrere alla cura.

Un bacione a chi lo vuole !

Marilina ha detto...

Oooopss, non sapevo il titolo... ho scoperto che La cura è una canzone che conosco benissimo... e che amo.

Non mi sono mai soffermata su ogni parola del testo, ma ogni volta che l'ascolto mi fa sentire protetta.

L'amore cura il dolore...

Tonino, grazie del bacione!

E baci a tutti!

alessandra ha detto...

@Tonino
Infatti quel testo è un altissimo atto d'amore...

giardigno65 ha detto...

io sono un fedelissimo !

Anna S ha detto...

@Giardigno alla Cura o a 360 gradi?

alle ha detto...

Il ritornare è l'esaudirsi di una speranza tanto attesa. Non si può dunque non essere felici di rivedere o risentire qualcuno a cui si tiene. Un bentornato a chi a lungo è stato assente e benvenuto a chi presto farà capolino.

La cura è una canzone che può non piacere e in questo Anna ti dò atto. Ma il concetto che esprime è
alto e difficile da praticare.
Ha ragione Tonino quando parla di dedizione, ma quanto siamo disposti a prevenire per non dover curare ?

Anna S ha detto...

Credo però che nelle intenzioni del Nostro Cura vada inteso nel senso latino del termine, quindi "prendersi cura di". La prevenzione è concetto medico, che ci sta, intendiamoci, ma appunto come dice alle, in amore, come fai a prevenire?

Dall'alto della mia grandiosa esperienza in materia, è meglio che torni a litigare col diritto d'autore, il catalogo e le pretese dei docenti, prima di sparare altre scemenze.

alessandra ha detto...

Credo che la prevenzione a cui allude Tonino sia quella cura e quella dedizione quotidiana che appunto "prevengono" il deterioramento dell'amore, l'allontanamento di due anime che vivono insieme ma, che prese da mille cose, possono perdersi di vista.
Perchè se ci se ne accorge troppo tardi, a volte i cocci si rincollano male o la colla può non tenere a lungo.

Tonino ha detto...

Quanto è bello
chi parla d'amore !
Leggere i vostri commenti, immaginare di ascoltare le voci di chi ho conosciuto, le loro espressioni, del volto ,le movenze, l'intensità...
che belle che siete !

La fortuna del genere umano è che tutti siamo un pezzo unico,irripetibile, ineguagliabile, imitabile ,ma mai uguale.
Le opinioni sono a volte simili ,ma ognuno ha la sua caratteristica.
Anche la ''prevenzione '' che ognuno opera su se stesso, è differente dalla sua amica ,conoscente, estranea.
La ''cura'' è anch'essa differente per ogni individuo.
La misura della prevenzione :
credo che si debba oscillare fra il nulla ed il massimo che ,se superati, ci indicano i nostri limiti.

Ogni tanto superateli questi limiti, con cura, con garbo, senza clamore, con il prossimo di fiducia.

''A volte tornano...a parlar d'amore ''.
Ma che belle che siete !

Solo un bacione ?
E superateli ogni tanto questi ''limiti ''!

Mafaldanellarete ha detto...

anche per me la cura è una canzone MERAVIGLIOSA
A
DO
VO...

amanda ha detto...

@Giardi: un fedelissimo de che????

amanda ha detto...

buongiorno Mafalda e benvenuta, nella giornata dei ritorni sono stata assente io dal blog.
Quando dico che amo l'essenza del mio lavoro intendo proprio questo: amo prendermi cura, amo avere cura degli altri. Alla fine non è che il medico sia lì per mettere le toppe a quello che la malattia rompe, o almeno quello è un aspetto, anche se non marginale del mio lavoro. Ma se tu ti prendi cura di una persona, e tanto più di chi ami, non necessariamente sarai asfissiante, cosa temuta da Anna come la peste, perchè c'è un modo diverso di prendersi cura e di approcciarsi per ogni singola persona

Marilina ha detto...

Buongiorno a tutti, a chi è appena arrivato, a chi è appena tornato, a chi non se n'è mai andato, a chi è sospeso ancora nell'etere.

Anch'io ho imparato che l'amore verso la persona che ami deve essere veramente incondizionato, mooolto diverso dal desiderio di possesso (che non è amore).

Prevenzione per me è questo, ricordarsi ogni giorno di impostare il rapporto d'amore sulla libertà e sulla fiducia (amare vuol dire mi fido di te).

La cura è esserci.

Or dunque, a parole sono abbastanza brava, in realtà la mia indole mi farebbe diventare un marsupiale aggrovigliato alla povera creatura...

Anna S ha detto...

@Marilina, "La Cura è esserci": Heidegger non l'avrebbe detto meglio.

:-))

Oh ma guardate che ho detto che non mi piace una canzone, eh, non volevo scatenare un dibattito sui sentimenti... Sono un essere umano anch'io. Credo almeno

alessandra ha detto...

@Amanda
E' vero secondo me il vero amore per il proprio compagno di vita, per gli amici, per i propri cari in genere lo si dimostra proprio in questo, nell'approcciare ciascuno in modo diverso, nel dare dimostrazione di aver capito chi si ha di fronte..e in questi tempi di egoismo e di fretta trovare qualcuno che si soffermi a capire come sei fatto e sappia come prenderti è già merce rara...

@Marilina
Il marsupiale :-)

oriana ha detto...

Già, la prevenzione,la cura e...la convalescenza?

michi ha detto...

@Oriana: oppure anche la cura palliativa tanto per rimanere nello standard del sarcasmo che attualmente mi accompagna...
Scherzi a parte TONINO SEI UN MITO, un vero uomo de core che di questi tempi è una roba da collezionisti...
Standing ovation a Tonino e fortunata chi se lo accatta...sempre che alle parole seguano i fatti....

michi ha detto...

@Marilina: amare vuol dire mi fido di te????!!!
Come dire: l'esperienza mi rende un po' perplessa sul tema.

amanda ha detto...

@Michi: eh già la fiducia.......

michi ha detto...

@Amanda: è una parola grossa, vero?

amanda ha detto...

Dott.ssa Amanda lei che è esperta in fiducia che è una parola grossa e spesso tradita saprebbe dirmi....
(mi sembra di essere Battiston alias il Dott. Freiss di tutti pazzi per amore)

Marilina ha detto...

Michi, fiducia non è una parola grossa, ma di più.

Come amore, del resto.

Sei riuscita a trasformare l' innamoramento in amore senza fidarti di lui?

Io non ce la faccio.

Quello che però succede nel corso della storia, quando l'innamoramento passa, l'amore si consolida, le esperienze ci provano, è un altro capitolo.

E ne sparo un'altra di grossa, amare oltre a voler dire mi fido di te vuol anche dire credo in te.

amanda ha detto...

@Marilina carissima: durata della tua storia più lunga?
Amore significa anche "provo disperatamente a credere in te" "so quanto siamo reciprocamente importanti e quindi provo con tuto/a me stesso/a a continuare ad avere fiducia"

Marilina ha detto...

Amanda, la mia storia più lunga è durata 13 anni, finita col divorzio perchè era finita la fiducia, il rispetto, la voglia di riprovarci.

Non c'erano figli, ed è stata scelta questa strada.

Ma la fine del matrimonio, dopo le necessarie elaborazioni, ha consolidato le mie idee sull'amore.

Ho avuto la fortuna di innamorarmi ancora, di provare a costruire un'altra storia, ma non ce l'abbiamo fatta.

Ma ancora una volta quelle che erano le mia basi rimangono.

alessandra ha detto...

Beh certo credere nell'altro è fondamentale, potersi guardare occhi negli occhi senza abbassare lo sguardo, senza nascondersi...ecco sarebbe l'ideale.
Forse bisogna scendere un pò di più a compromessi solo quando ci sono dei bimbi piccoli da proteggere..

alle ha detto...

ma credete che gli uomini si pongano tutte queste domande
sull'argomento ?

alessandra ha detto...

@Alle
Molti uomini credo che non se le pongano queste domande nè abbiano queste attenzioni...però i NOSTRI uomini per meritarsi cotante pensanti (o pesanti?)pulzelle dovranno farlo!!!:-)

michi ha detto...

@Amamda: deduco di aver percorso strade simili alle tue piene di buche, di dossi e di asfalto sconnesso ( e non ti cito Elisa perchè sono buona...)

@Marilina: non sai quanto mi rende felice sapere che c'è chi riesce a girare l'angolo e a vedere anora l'orizzonte.

Per quel che mi riguarda ho ovviamente fatto ricorso a grandi dosi di fiducia nel corso della lunga storia, il problema non sta nel concederla ma nel confermarla. Vero Amanda?
L'importante è amare, solo così si rende la grazia di essere al mondo.
Vorrei citare anche Liga in Almeno credo, ascoltare per credere

michi ha detto...

@Alessandra i compromessi per i figli sono la strada più impervia e più ingrata che si possa intraprendere. Semmai si può evitare di farsi prendere dall'emozione, dalla rabbia e riflettere molto bene su ciò che si prova uno per l'altro. Cioè non fare come me...

alessandra ha detto...

@Michi
Hai ragione, non deve essere facile.

Anche a me piace quella canzone di Liga (ha anche un video molto carino che si ispira ad uno di Bob Dylan, l'hai mai visto?). A tutti capita più di una volta nella vita di voler chiudere il proprio cuore dopo una bella batosta, però per quanto mi riguarda non sto bene col cuore perennemente chiuso all'altro, cerco sempre di riprendere un pò di fiducia laddove possibile, magari ecco cambio destinatari, sono sempre per il "metti in circolo il tuo amore" citando un altro titolo di canzone di Ligabue...

Michi lo sai che incorreremo nelle ire tremende di Gianfranco per queste citazione del Liga, diciamo eufemisticamente che lui non lo gradisce molto.:-)

Tonino ha detto...

''Lascia aperta la porta del cuore
vedrai che una donna (uomo)
è già in cerca di te''
Marco Ferradini (?)
Un saluto, rubato, dalle cellule fotoelettriche.
Non sò stare tanto tempo lontano dalle Vs. ciacole.
Come devo fare !
Tengo oh core italiano !

michi ha detto...

Chiedo venia al Sor Ginfra ma la citazione cadeva proprio a pennello.

W W W Tonino che ci vuole bene

alessandra ha detto...

@Michi
Visto che me lo hai chiesto il video di "Almeno credo" del Liga riprende un minifilm di Bob Dylan che si chiama "Subterranean homesick blues" (l'ho dovuto cercare, non me lo ricordavo mica a memoria!) in cui c'è Bob Dylan che sfoglia via via dei cartelli su cui sono scritte frasi della canzone man mano che la canta, proprio come succede nel video del Liga, solo che nel caso di Ligabue ci sono tanti personaggi famosi a sfogliare i cartelli, Syusy Blady e Patrizio Roversi, Giobbe Covatta,la Litizzetto e tanti altri e last but not least l'indimenticata Fernanda Pivano.