27 aprile 2010

Incipit del 27 Aprile



Quando Cynthia aprì gli occhi quella mattina, la casa era talmente avvolta nel silenzio che per un attimo pensò che fosse sabato. Magari! Avrebbe dato non so cosa perchè fosse sabato, o perlomeno un qualsiasi altro giorno fuorchè uno di scuola. Lo stomaco faceva ancora le capriole, si sentiva la testa impastata di cemento, e doveva compiere un certo sforzo perchè non le si staccasse dal collo. Accidenti, che cavolo c'era nel cestino della carta accanto al letto? Non ricordava nemmeno di aver vomitato quella notte, ma in caso le servissero le prove, eccole lì bene in mostra.

Era la prima cosa di cui occuparsi prima che entrassero i suoi.

Questo non vuole essere un suggerimento per la lettura, sono ancora a pag 42 e quindi non so se ne vale la pena, ma la trama mi ha incuriosito molto. Una mattina una adolescente si sveglia e la sua famiglia è scomparsa senza lasciare traccia. La notte precedente aveva fatto una bravata ed aveva avuto un litigio con i suoi. Spariti, suo padre, sua madre e il fratello. Cosa è successo realmente? Dopo 25 anni partecipa ad una sorta di "chi l'ha visto" e da lì in poi strani episodi iniziano a susseguirsi.

Qualcuno l'ha letto?

30 commenti:

michi ha detto...

Mhhh! Intrigante!
Solleticante!

Confesso che anch'io certe mattine in cui mi sveglio un po' paturniosa, vorrei che la mia famiglia fosse desaparecida!

Sono in fase di lettura compulsiva: finisco Carofiglio e corro ad accettarmelo se nei prox giorni mi confermerai che ne vale la pena: sai com'è, con quello che costano, bisogna pure scegliere senza sprecare :-((

michi ha detto...

hem! Accettarmelo=accattarmelo...eppure sono al 3° caffè..

Anna S ha detto...

Non è vero che i libri costano tanto, su: poi con tutti i vari mercatini dell'usato, bancarelle e Libraccio vari, c'è solo l'imbarazzo della scelta per riuscire a risparmiare anche su quello. Nella maggior parte dei casi, se si evita il best seller cartonato, costano come due pacchetti di sigarette. Di quel costo nessuno si lamenta mai.

Magari nessuno di voi fuma e l'esempio è fuori luopgo. Scusate ma il costo dei libri è uno dei miei tanti nervi scoperti.

Votro Dodecaedro - è il caso di dirlo - fumé.

:-)

Anna S ha detto...

@Oriana non lo conosco proprio. Adesso sono immersa nel "Cerchio celtico" di Larsson, librone di avventure marinaresche ambientato nei mari del Nord. L'autore è più famoso per "La vera storia del pirata Long John Silver" che mi aveva annoiata non poco, quindi gli sto dando una seconda possibilità. Le prime 100 pagine non sono affatto male.

alle ha detto...

nemmeno io l'ho letto, ma mi sembra
interessante. Oriana, magari ci dirai se alla fine ti è piaciuto.

Il thriller non è il mio genere preferito, ma ogni tanto ne butto
dentro uno perchè una buona dose
di adrenalina è come una sferzata di energia. Chiaro che il libro deve essere di qualità.

Michi, non disperare ! non resisteresti senza.....

amanda ha detto...

per la miseria che storia! Aspetto che tu arrivi alla fine, se avrà mantenuto le promesse dell'intrigante inizio fammi un fischio che mi ci butto

oriana ha detto...

Anna hai ragione, si possono trovare libri a basso costo. Questo costa euro 6,50

amanda ha detto...

ma scusate perchè uno può spendere almeno 50 euro per andare dalla parrucchiera e non può spendere meno della metà per arricchirsi l'animo ed avere un'ottima compagnia?

oriana ha detto...

@ Michi
io minaccio spesso di sparire, non mi prendono mai sul serio ma un giorno chissà....

alle ha detto...

Una volta o l'altra farò i conti di quanto ho speso in vita mia nell'acquisto di libri, ci sarà da ridere.
Non tutte le edizioni economiche sono però valide. Alcune sono stampate male e scritte con caratteri talmente piccoli che
mi sembra più una prova di abilità visiva che una piacevole lettura. Comunque, anch'io se posso aspetto, il guaio però è che se il libro mi interessa non so aspettare......

michi ha detto...

@Oriana- Alle il bello sta infatti nelle lamentationes che non vengono prese sul serio.

So di aver alzato un polverone sulla spesa per i libri, che sicuramente subiranno un nuovo aumento visto chele case editrici non usufriuscono più neppure della tariffa agevolata per le spedizioni postali...ma trovo abbia ragione Alle sulla scarsa qualità di certe edizioni economiche: leggere deve essere un piacere non una tortura.
E anch'io come Alle x certi autori non riesco ad aspettare l'edizione cheap. Meglio sicuramente i soldi spesi in libreria che dal parrucchiere, tra l'altro odio farmi pettinare...:-))))

amanda ha detto...

@Oriana: una sparizione stile pane e tulipani, MITICA!

amanda ha detto...

essere pettinata non piace neanche a me, ma quando mi lavano i capelli e mi massaggiano la testa............................

oriana ha detto...

Pane e tulipani è uno dei miei film preferiti. Quanto ci ho fantasticato....

amanda ha detto...

in una delle lezioni di immaginazione passate, quella sui film mi definii pane e tulipani, prova a pensare quanto è piaciuto a me!

alessandra ha detto...

Oriana cara fai sapere anche a me se il libro è all'altezza, a me piacciono i thriller e i gialli in genere.

Anch'io ho edizioni economiche che necessitano di lente d'ingrandimento...

Ah che bello quando ti lavano i capelli e ti massaggiano la cute. Vi ricordate quella scena de "La mia Africa" in cui Robert Redford lava i capelli a Meryl Streep con un romantico sottofondo musicale, ecco anche lavare i capelli della persona amata è un gesto d'amore e di grande cura....

michi ha detto...

...soprattutto se ti cura Robert Redford di quel periodo ..n'est pas?

accc cado sempre sul goliardico!

michi ha detto...

@Alessandra:Anch'io adoro i thriller, e suggerisco illibro che qualche settimana fa il Bianchini consigliò con grande enfasi: L'assassino lascia sempre qualcosa di Rosa "vattelapesca" non me lo ricordo forse mogliasco/Vogliasco boh
Se passi da Roma te lo presto io!

Gloria ha detto...

allora qui ci vorrebbe la canzone di gaber : lo shampoo

alessandra ha detto...

@Michi
Andare sul goliardico va bene soprattutto ora che saremo tappati in ufficio con un tempo da mare...oggi qui in Abruzzo si sta benissimo, è caldo, ma c'è una brezza fresca fresca..io sono a 15 minuti dal mare e devo stare qui alla scrivania...andiamo sul goliardico va...
Certo che abbiamo a disposizione una biblioteca virtuale dei tanti libri che ha ognuno di noi, peccato che la distanza ci impedisca di scambiarceli, un vero peccato. Me lo ricordo quel libro Michi, quindi ti è piaciuto? Merita?

Anna S ha detto...

@alessandra, se ti interessa approfondire, il "romantico sottofondo" di cui sopra è il Concerto K 622 per clarinetto e orchestra di Mozart. L'unica cosa bella del film.

Oggi mi voglio proprio prendere un bel ceffone...

La vostra Lemonsoda acida e acidofila.

:-))

Anna S ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
alessandra ha detto...

@AnnaS
Ma lo sai che siccome mi hanno doppiato la colonna sonora anni fa, avevo letto il titolo del brano e volevo scrivere col romantico sottofondo di un brano di Mozart, però poi mi sono detta e se ricordo male, e se non è Mozart poi chi se la sente Scassalcazzaja..ecco ho taciuto e sono stata bacchettata lo stesso...
Anna Scassalcazzaja Rottermeier..il terrore del blogghino...che faccio mi metto da sola nell'angolo sui ceci per espiare? :-)

Anna S ha detto...

@alessandra, l'unica volta che non ho bacchettato nessuno, perché ti vuoi nascondere? Era giusto un'informazione.

Sono io che mi attiro gli schiaffi perché non mi piace manco sto film. E neanche il romanzo mi era piaciuto. Mentre i racconti gotici della Blixen ve li consiglio proprio di cuore perché sono bellissimi.

alle ha detto...

AnnaS,
invece è apprezzabile che ognuno
esprima la propria opinione anche
se in controcorrente. I tuoi commenti sono unici e preziosi non solo perchè tuoi, ma anche perchè
sanno smuovere le acque...........
per me non scassi proprio niente, anzi.

In quanto alla testa di capelli, io trovo irresistibile che qualcuno metta le mani nei miei.

alessandra ha detto...

Ovviamente scherzavo, lo so non mi hai bacchettato...

Invece a me "La mia Africa" è piaciuto molto, sarà che ero adolescente la prima volta che l'ho visto al cinema, sarà che Meryl Streep è la mia attrice preferita, sarà che l'Africa è uno di quei posti che da sempre vorrei visitare, sarà che Robert Redford ai tempi come diceva Michi era un gran bel vedere; quando ho visto la scena in cui volano in aereo sulla savana e si tengono per mano e parte la colonna sonora, ho pianto come una piccola fontana..

maria grazia ha detto...

oggi si parla di sentimenti vedo...
bella la mia africa... anche io mi sono lustrata gli occhi con Redford e ho pianto... eppure non ero proprio adolescente.

Quanto ai massaggi dal parrucchiere ... se mi massaggiano vado in catalessi...che bello!

alessandra ha detto...

@MG
Infatti io mi rilasso a tal punto che mi viene da dormire..

michi ha detto...

1) Adoro la lemonsoda! E anche i commenti della Scalacazzaja!!!

2) Ricordo il film perchè è durato troppo, senza intervallo e io volevo uscire a fumare! Ricordo però anche lui perchè "nun se butta gnente"

Anna S ha detto...

@michi, sei un mito! E non per quel che scrivi su di me ma per tutto il resto!

Un vero mito!