18 giugno 2010

Auguri Sir Paul Mc Cartney!




Stamattina indosso una maglietta dei Beatles e non è un caso: oggi ricorre un altro prestigioso genetliaco, quello di Sir Paul Mc Cartney, un uomo che ha lasciato veramente un’impronta indelebile nella storia della musica del secolo scorso e che continua ancora da esibirsi con grande energia sul palco dando dei punti a tutti. Fra qualche giorno ad esempio suonerà ad un bellissimo festival ad Hyde Park a Londra, ah se esistesse il teletrasporto sarei lì in prima fila con la mia T-shirt!


Le canzoni del quartetto di Liverpool sono in genere sempre firmate dalla premiata ditta Lennon – Mc Cartney, ma, ovviamente, c’è sempre una mano che è prevalsa sull’altra nella composizione, che so Lennon ha composto “Come together” e “Lucy in with diamonds the sky”, Paul ad esempio la famosa “Hey Jude”, scritta per consolare il piccolo Julian Lennon per il divorzio dei genitori. La canzone dei Beatles che ho scelto per festeggiare questo compleanno è la meravigliosa “Eleanor Rigby”, firmata appunto da Paul Mc Cartney. Ha una musica bellissima e struggente ed un testo molto triste che parla di solitudine: la scena si svolge in una chiesa, da un lato c’è Eleanor Rigby che raccoglie il riso dopo un matrimonio sognando una vita diversa, dall’altro c’è padre McKenzie che scrive i suoi sermoni per qualcuno che non li ascolterà. “Ah look at all the lonely people” dice il testo, “ah guarda tutte quelle persone sole”, da dove vengono e a chi appartengono? Probabilmente la chiesa cui si fa riferimento è quella di St. Peter a Liverpool, un luogo cruciale dove un sabato del 1957 si conobbero John e Paul ad una festa parrocchiale in cui suonavano entrambi, una parrocchia ben frequentata direi.


Allego anche il video di un’altra canzone, questa volta della carriera solista di Mc Cartney, che si chiama “Once upon a long ago” e a cui sono molto legata: ha un’atmosfera musicale e un video che fanno sognare, sembra davvero di essere nel “C’era una volta” di una favola. Magari il vampiro mi bacchetterà perché è un po’ commerciale, ma io la adoro. Auguri Sir Paul!







23 commenti:

amanda ha detto...

ma è un buon compleanno o come direbbe Bobbone Giacobbo vostro un buon non compleanno?

Comunque guai a non festeggiare ciò che ci rimane dei Beatles la cui musica ed i cui testi accompagnano le nostre vite e spero anche quelle future

lillo ha detto...

quanto tempo che non la ascoltavo once upon... magari tutta così la musica commerciale! sai quanto si vivrebbe meglio??? :)

amanda ha detto...

@Lillo: anfatti!

alessandra ha detto...

@Lillo
Erano i per me magici e per molti famigerati anni ottanta! Io non posso che amarli, è trascorsa la mia adolescenza in queglianni, c'erano gli U2 migliori, Springsteen, i Dire Straits, i Pink Floyd di "A momentary lapse of reason", lo Sting solista più bello, meravigliosi album di Peter Gabriel....potrei andare avanti per ore :-)

amanda ha detto...

i Talking heads,i Devo, i Tuxedomoon,i Wall of Voodoo,Brian Eno, gli U2 di the joshua tree,la Patty Smith di Because the night....

amanda ha detto...

bella la versione sottotitolata in cinese o giapponese che sia!

alessandra ha detto...

@Amanda
Come al solito quando faccio i post in ufficio coi video devo andare alla cieca o sarebbe meglio dire alla sorda non disponendo purtroppo di audio. Cercavo una versione cantata solo da lui senza i Beatles...anche se mentre postavo ho pensato, metti che è un Paul Mc Cartney doppiato in giapponese? :-)Poi a casa ascolterò...

amanda ha detto...

tranquilla solo i sottotitoli sono in giapponese ma lui canta come ha sempre cantato :-D

alle ha detto...

e poi Everything but the girl, Cure, Simple Minds, Deacon Blue, Elvis Costello, Jam e Style Council, Joan Armatrading, Richie Lee Jones, Tom Robinson, Tom Petty, John Couagar Mellecamp, Billy Bragg..........

Auguri Sir Paul Mc Cartney, baronetto, scarafaggio, inventore di musica e canzoni da inviare nello spazio.

alessandra ha detto...

@Alle e Amanda
Vero gli Everything but the girl, i Simple Minds con la magica voce di Jim Kerr, brian Eno, patti Smith...mi prende la saudade...in quegli anni avrei voluto girovagare tra i concerti in tutta Europa...c'era solo l'imbarazzo della scelta.

maria grazia ha detto...

augiri! autore di canzoni bellissime!

amanda ha detto...

Eurythmics

Gloria ha detto...

auguri Sir.
come mi piace Penny Lane!
Cara Ale hai buttato l'esca per un tuffo nel passato : gli anni '80, quanto erano belli, quanti sogni, quanta musica.
il mio periodo di normalità stava giungendo alla fine e ascoltavo david bowie, cindy lauper, i tears for fears, gli alphaville con quell'unica canzone "big in japan", stevie wonder " I've just called to say I love you", le bangles con manic monday, quanto mi piaceva!! e Lou reed billy idol e gli europe...ora mi vengono le lacrime agli occhi.

alessandra ha detto...

Lacrimuccia su Eurythmics, Lou Reed, David Bowie, Stevie Wonder, Tears for Fears...

Certo che il povero Paul Mc Cartney si offenderà un pò, questo era partito come un post di auguri per lui ed il suo genio musicale e si è trasformato in un elogio degli anni 80! :-)

amanda ha detto...

per rimediare bisognerebbe fare l'elogio deglia anni 65-72

amanda ha detto...

e allora tornando al festeggiato beccatevi questa Paul d'annata

amanda ha detto...

era questo Paul ma sono riuscita a commentare con il link!

Gloria ha detto...

Ueilà che evoluzioni! tra un pò riuscirai anche a servirci direttamente il caffè su richiesta telematica...

alessandra ha detto...

Eh brava Amanda!

maria grazia ha detto...

Che brava Amanda!

amanda ha detto...

bisogna ringraziare mammac che mi ha messa sulla diritta via

alessandra ha detto...

Che bello ascoltare Once upon a long ago e andarsene a fare la nanna! Buona notte a Sir Paul e a tutti voi!

amanda ha detto...

sogni d'oro e di note boccolona