16 luglio 2010

Via Asiago, 10 - 00195 Roma

Una porta scorrevole in vetro, una rampa di scale, una vetrata, un corridoio che verso sinistra porta fino al salone: questo e' quello che avrete appena visto mentre vi starete accomodando sulle comode poltroncine della "Sala U3" di Radio Rai. Davanti a voi domina un bancone microfonato, la parete a vetri che vi separa dalla regia, un enorme logo illuminato di Radio2, una tv che mostra la pagina "ultim'ora" del Televideo e tutti gli "aggeggi" necessari a realizzare una trasmissione.


Dentro fa caldo, non solo per la temperatura ma anche per il calore delle persone arrivate da ogni parte d'Italia. Tante persone si sono alzate prestissimo, altre venute dai posti piu' remoti, altre che si sono recate a lavorare a Roma e hanno approfittato dell'occasione, altre che sono abituèe e sono accolte dai conduttori come quasi fossero di famiglia.



Ancora qualche minuto di trepidante attesa, il regista "the genius" che fa le dovute precisazioni, Max Paiella e Attilio di Giovanni che introducono l'arrivo dei due beniamini. E lo spettacolo ha inizio!

Il microfono che si avvicina mi incute sempre una certa apprensione: ho parlato in radio per diversi anni ma l'emozione che ti mette la scritta rossa "in onda" non si puo' descrivere a parole; sono riuscito anche a dire UNA parola (una di numero) che si e' propagata nell'etere e ho accuratamente registrato.


Dose e Presta: sono come li ascoltate tutte le mattine, alla mano, simpatici con tutti; i fuori onda sono memorabili, anzi si potrebbe fare una trasmissione solo con i fuori onda.

Il resto lo conoscete di gia'.


Mi permetto di segnalare inoltre questo articolo:
che parla degli inghippi nella raccolta dati Audiradio. Qualche settimana fa ho avuto modo di parlare con una "addetta ai lavori d'eccezione" coinvolta nel nuovo palinsesto, rituardo al nuovo sistema "pastetta" che ha messo tutti o quasi d'accordo nel sistema di rilevazione radiofonico, passando dal sistema ad intervista ad un sistema "diario" (leggete l'articolo e capirete). Ora qualcuno si e' incazzato (forse non era stato incluso nella spartizione della torta della pubblicita') e ha fatto emergere il caso: probabilmente a partire dal mese di luglio si tornera' ad effettuare la rilevazione come prima, attraverso l'intervista di un campione telefonico (almeno per uniformita' rispetto al passato) quindi potrebbero esserci delle sorprese riguardo agli ascolti che potrebbero nuovamente sgonfiarsi nelle fasce orarie che il nostro "eroe" tanto decanta.

Staremo a vedere.

Dal vostro inviato, per il momento e' tutto.

Vi saluto e, come suggerito da Cesare, vado a buttarmi nel fresco del supermercato, sperando che sia rimasto un posticino fra le orate.

(e buone ferie a chi le fara')

g.

12 commenti:

amanda ha detto...

ma allora è vero! a volte ritornano

grazie per questo davanti le quinte dei conigli

riguardo ai dati audiradio: se uno ha buon senso non poteva che essere così, parametri modificati per non fare vedere quello che è sotto gli occhi di tutti, ci sono cose che non sono andate decisamente bene nel nuovo palinsesto, altre che hanno fatto forse pari e patta con i programmi precedenti e le cose di successo stavano lì ben prima del suo arrivo, anzi si è disfato anche di grazie per e della gialappa's e gli ascolti della giallappa's in altre sedi sono schizzati alle stelle. Ma il suo lavoro era quello di affossare radio2 quindi si può dire che abbia fatto un ottimo lavoro

claudia ha detto...

Bentornato Gianfrah!!!
Mannaggia, dovro` scaricarmi il podcast....

maria grazia ha detto...

oh Ginfraaaaaaaaaa che piacere leggerti!!!

alle ha detto...

Dose, Presta & Co. sono tra le cose migliori che qualsiasi radio abbia mai prodotto. Mi mancano già, ma le vacanze sono per loro meritatissime.
Coniglio da camera è stato un punto
d'incontro col pubblico di importanza eccezionale: ancora una volta per confermare che i loro ascoltatori sono pazzi in egual misura.
Grazie signor G. per la tua testimonianza, non sapevo che fossi il nostro inviato speciale. Che sì ci lusinga e ci diverte, ma sarebbe ancora meglio se tu fossi
un po' di più in mezzo a noi......
meno inviato e più speciale!

che i dati audiradio fossero manipolati era evidente, ad un bloghino attento e vigile non la si fa. Attento MucciMucci, presto sarai alla resa dei conti. Io sono comodamente seduta ad aspettare.

amanda ha detto...

uh ed io pure

oriana ha detto...

ottimo reportage Gianfra!

Anch'io sono comodamente seduta con Alle ed Amanda ad aspettare, anzi abbiamo pronta una bottiglia da stappare per salutare le sue dimissioni

alessandra ha detto...

E bravo il Ginfra...spero prima o poi di poter anch'io provare l'ebrezza di vedere i conigli dal vivo!
Avete sentito stamattina che trasmissione insulsa li ha sostituiti?
Anch'io sono seduta sulla riva del fiume con voi e aspetto di vedere il cadavere (metaforico per carità)passare...

Gloria ha detto...

Chissà che bello entrare negli studi che ti immagini ogni mattina...bravo e grazie all'uomo del futuro che viene dal passato. si fermerà un pò nel nostro presente? mah

amanda ha detto...

ecco questo è il punto si fermerà nel presente?

oriana ha detto...

Gianfranco! Gianfranco! Giamfranco!

amanda ha detto...

Ah Ginfra neanche il cavalier B ad un circolo delle libertà ha tante ovazioni e palesati!!!!!!!!!!!!!

Gloria ha detto...

Aspetta, aspetta : hai scritto che hai parlato in radio per diversi anni! ma davvero?
qui delfino curioso vorrebbe sapere dove, quando, cosa, perchè?
dai su, raccontaci qualcosina ina ina, io non lo sapevo che facevi il dj.