20 dicembre 2010

Promozione di Natale

Stamani 10,30 suonano alla porta, vado ad aprire e mi trovo davanti un giovane allampanato e un po' stralunato, con fare incerto e con una leggera balbuzie mi chiede se sono cliente dell'Azienda del Gas, io chiedo perchè e lui mi dice che l'Azienda vuole farmi un regalo di 50 euro,
sono perplessa, gli chiedo cosa dovrei fare e lui dice che devo prendere una bolletta lui me e lui me la firma. Tutto lì. Non mi fido, cortesemente ma ferma lo allontano e gli dico che se l'Azienda davvero vuole farmi un regalo troverà il modo: Sono tutta contenta per non essere caduta nel tranello, però la cosa non mi convince e decido di chiamare l'azienda fare la segnalazione e compiere il mio dovere di cittadina.
Mi risponde un'impiegata che mi dice che è tutto vero, che stanno facendo una promozione. Ma si può! Non fanno che ripeterti continuamente che nessun incaricato verrà mai a bussare alla porta e che ogni comunicazione avviene solo tramite posta. Ma allora? La conclusione è che ho perso 50 euro. Sono stata troppo diffidente? Voi al mio posto che avresta fatto?

6 commenti:

amanda ha detto...

dietro la porta, naturalmente, lì l'avrei lasciato, o ne facevano pubblicità in città in qualche modo, o lo scrivevano sulla bolletta, altrimenti l'uscio non lo varcava di sicuro.


E' con somma gioia che vi annuncio che dopo 14 mesi, una serie di telefonate e due lettere di reclamo, mancano solo 2 euro e rotti al recupero dei miei 103 euro e rotti poi diventati 140 che l'aps, azienda di distribuzione del gas qui a padova, mi doveva

Marilina ha detto...

Lo avrei maltrattato anch'io.
Sono diventata così tristemente diffidente.
Domenica una mia conoscente (buona) mi si para davanti con una borsa di calendari, io le dico subito che li ho già visti e le stavo dicendo che non mi interessava, ma lei riesce a dirmi che sono della loro associazione di malate di tumore al seno, una splendida associazione onlus che ha doppiamente salvato tante vite (psicologiche oltre che fisiche).
Cosa brutta la diffidenza preventiva, anche se comprensibile.

Gloria ha detto...

Proprio ieri in ufficio si sono presentati quattro ragazzi : non facevanno 80 anni in 4. sembrava una mini scolaresca.
inviati dall'azienda di energia elettrica per dirmi che potevo risparmiare 3 bollette all'anno. e in più mi avrebbero attivato uno sconto per la telefonia aziendale io, impaurita da così tanta gioventù nel mio ufficio, li ho spediti dicendo che avevo troppo da fare.
dove sono finiti i giovani di una volta? quelli sfaccendati e assonnati? ora sono tutti promotori di qualcosa.....e girano in branco per carpire contratti! aiuto!

alle ha detto...

La diffidenza è diventata, a volte, l'unica arma di difesa che abbiamo per evitare di essere raggirati, poco o tanto, ma sempre
raggirati. Del resto ogni giorno arriva qualche salvatore della patria pronto a fare, anzi strafare, i nostri interessi senza apparentemente pretendere nulla in cambio. Così anche qui è ben intenzionato e opera per una causa onesta, finisce per essere maltrattato.
Nel tuo caso, cara Oriana, anch'io avrei agito come te. Però questa campagna promozionale, organizzata in questa maniera, mi sembra un modo per dire "noi l'abbiamo fatta, ma voi non l'avete presa in considerazione. Non è colpa nostra se i fondi stanziati sono rimasti intatti". Sarà.....

alessandra ha detto...

Io pure sono diventata diffidente, lo ero ancor più quando vivevo a Roma, ma anche a Camomilla City sono diventata più prudente, se ne sentono di tutti i colori.

oriana ha detto...

Infatti, Alle. Dei miei vicini nessuno ha aderito.