2 maggio 2011

Su un addio












Quando si fanno combaciare le parole
o almeno si prova allora
ci si accorge di come mostri la corda
il tempo e vita e vita sono lama
e carne. Anche tu hai detto
proteggevi un silenzio tra le guance ma non era
la stessa acqua a contenerci lo stesso
cloro qualcuno adesso ci parla nella bocca
vorrebbe estrarre a forza il disegno
dal foglio macchiato
ma lo vediamo io e te la torsione
separa la mano dalla scapola le parole dalle cose
che resteranno mute. Non la mia
sia fatta ma la volontà
del male.

Sergio Pasquandrea









Come sempre ringrazio Sergio che mi ha permesso di postare i suoi versi

11 commenti:

Ernest ha detto...

grazie!

alle ha detto...

Un addio tumultuoso, spero solo nei sentimenti. O si riferisce a qualche fatto di cronaca?

Grazie Sergio, questi versi sono forti ed espressivi, colpiscono
come un fulmine a ciel sereno.
Sarebbe interessante continuare la lettura con altri tuoi scritti.....

amanda ha detto...

ecco se qualcuno si decidesse a pubblicarlo!

oriana ha detto...

allora per il momento il privilegio di leggerti è solo nostro....

sergej ha detto...

grazie a tutti.

@alle
no, fatti privati...
per ora, se vuoi, puoi leggermi sul mio blog (sotto il tag "poesie mie").

@amanda
il punto, piuttosto, è: se io mi decidessi a proporre qualcosa di mio per la pubblicazione (lillo ne sa qualcosa...).

alle ha detto...

ok Sergio mi prendo un momento di calma per leggere le tue poesie.
Ma sono un po' vecchia maniera, preferirei avere un bel libretto fresco di stampa tra le mani......
dà retta a Lillo! il suo Viva Catullo mi ha folgorata, sono certa che anche il tuo lavoro meriti di essere divulgato.

sergej ha detto...

beh, se vogliamo scoprire gli altarini, una cosa l'ho pubblicata, ma è solo una breve plaquette all'interno di un volume collettaneo.
purtroppo ho terminato tutte le copie omaggio dell'editore, altrimenti te ne avrei spedita volentieri una.

comunque, il volume è questo:
http://www.faraeditore.it/html/neumi/pubblica10.html

Gloria ha detto...

bravo Sergio e grazie Amanda!

alle ha detto...

Sergio, non solo hai pubblicato ma
sei stato super apprezzato. Complimenti! Occorre replicare, non hai scelta.....
Mi muovo per procurarmi questa edizione al più presto.
Grazie !

alessandra ha detto...

Sergio ti faccio i complimenti con colpevole ritardo per la tua poesia, gli addii mi fanno sempre male, ma è bello leggere le tue parole in ogni caso.

sergej ha detto...

grazie a tutti, di nuovo.