16 settembre 2011

9












In uno dei miei numerosi tragitti lavoro/casa, passo col bus davanti ad una chiesa.




Sopra il portale della chiesa campeggia un tabellone elettronico.




Ogni volta che passo io, sul tabellone, passa la scritta rossa lampeggiante:








9 NON DESIDERARE LA DONNA D'ALTRI








Ora non so se è inceppato lì da una vita o se, casualmente, quando passo io è immancabilmente fermo a:




9 NON DESIDERARE LA DONNA D'ALTRI








Ed è talmente sistematico che pare ce l'abbia con me che, giuro, non ho mai desiderato la donna d'altri.




E non so se è peggio una chiesa che vuole tornare alla messa in latino, secondo i dettami di scarpette rosse JR, o una che ti minaccia con tabelloni elettronici che sbagliano pure destinatario.




Se vogliono fare i modernisti che scrivano:








9 NON DESIDERARE IL CONIUGE ALTRUI








almeno va bene sia per i maschi che per le femmine, chè a pensare male si è sempre nel giusto.

15 commenti:

giacy.nta ha detto...

fanno i moderni con i tabelloni elettronici, però.

p.s.
che simpatico il tag!

Zio Scriba ha detto...

l'imperativo è sballato in toto (inevitabilmente, trattandosi di legge beduina di millenni orsono):
sballato imprigionare in regole il desiderio (se è solo puro desiderio io desidero ciò che mi pare e chi mi pare, e se incrocio uno sguardo per strada che cavolo ne so della situazione coniugal-contrattualizzata dell'essere umano in questione?), sballato parlare solo di donne come fossero oggetti di proprietà, sballato in ogni caso pensare che qualsivoglia persona possa essere "altrui"... :D

però avete ragione tu e giacynta: la parola donna aumenta il puzzo di marcio e di stantio di quella frase, e il fatto che stia su un tabellone elettronico è semplicemente grottesco!

lillo ha detto...

un post stupendo! :)

Ernest ha detto...

Esatto!

amanda ha detto...

uomini vi ho mai detto che vi amo anche se siete d'altre?

Giacinta non te ne avere a male :D

Alle ha detto...

Un decalogo che andrebbe rivisto e corretto dato che nessuno dei suoi punti trova, oggi, fondamento.
Il tabellone elettronico è un paradosso, occuparsi dei desideri proibiti degli altri fa dimenticare
i propri (ogni rif a fatti criminali che coinvolgono preti e infanti è puramente casuale).

amanda ha detto...

@Alle:11 non desiderare i figli d'altri?

Franz ha detto...

Non avete capito: in realtà le tavole di Mosè, nel citare a campione la donna, erano aperte a qualsiasi ipotesi omosessuale o bisessuale...

p.s.: Donne, io non sono di nessuna! :-)

amanda ha detto...

è un'invito "larvato" a desiderarti Franz

oriana ha detto...

Franz.. non ci provare!!

Amanda quanto spazia la tua mente? Qualunque cosa è uno spunto per riflettere... non invecchierai mai!!

Marilina ha detto...

Post divertente e geniale, Amanda!

Sono andata a rivedere i comandamenti, ed è interessante cosa recita questo per intero.

Emilys ha detto...

la Trip ( che ormai è nelle altissime sfere) ha saputo da fonti certe che il tabellone elettronico era quello del bingo della parrocchia e 9 l'ultimo numero uscito..... :-)))

alessandra ha detto...

Post molto originale! Brava Amanda! Il tabellone elettronico... Che tristezza...

Cinciampai ha detto...

il giorno in cui scrivono a caratteri cubitali "non desiderare il bambino degli altri" forse, ma forse, comincio a dar loro un minimo di credito...e comunque ho detto forse!

amanda ha detto...

ben tornata Cincia che si dice oltralpe?