12 maggio 2010

I nostri alter ego

Questa scena esilarante (spero sia quella giusta perchè come ben sapete ho l’audio solo sul pc di casa) è tratta dal film “Provaci ancora Sam”: Allan Felix, alias Woody Allen, non ne combina una giusta con le donne, vorrebbe essere un macho conquistatore, ma invece è timido, nevrotico ed insicuro. Il suo mito è Humphrey Bogart, l’uomo rude e forte ai cui piedi cadono tutte le donne. E le scene più divertenti del film sono proprio questi duetti tra Woody e un immaginario Humphrey Bogart che all’improvviso compare in casa sua a dispensare consigli su come trattare le donne e farle impazzire. Mi piacerebbe sapere se anche voi avete un alter ego a cui vi rivolgete per chiedere consigli: potrebbe essere un amico o una persona cara, una persona che non c’è più, un vip con cui parlate in casa da soli, una persona immaginaria, insomma qualunque “entità” a cui vi rivolgete o che rappresenta la vostra altra faccia. Ecco alcuni dei miei esempi: io mi rivolgo a un mio caro amico che spesso mi compensa perché mi “alleggerisce” un pò quando mi “appesantisco”, mi fa vedere il lato ironico delle cose quando magari ho perso un’ottica leggera e distanziata dalle situazioni; quando stiro, soprattutto cose difficoltose, mi rivolgo alla mia nonnina Ilde, che non c’è più, che era una maga dell’asse da stiro; quando ero alle prese con le traduzioni invocavo consigli dalla “sacra” fotografia di Fernanda Pivano; quando a volte non ho voglia di esprimermi con le parole, ma vorrei farlo con un’espressione intensa e significativa, invoco “santa” Meryl Streep perché mi doni una delle sue facce indimenticabili…e me ne verranno di sicuro in mente degli altri. Ora tocca a voi!!!

12 commenti:

michi ha detto...

Il mio alter ego buono è Renzo, col quale parlo di tutto senza tralasciare i particolari e che è dotato di moglie paziente e non gelosa.= consolatorio
Il mio alter ego cattivo (si fa per dire) o piuttosto tagliente è la mia amica Cri che non fa sconti a nessuno, me compresa. =terapeutica

Il mio altrer ego Vip sarebbe Elle Mc Pherson....se entrassi nei suoi vestiti!!! No, scherzo!

amanda ha detto...

@Michi me fai schiantà

io ho la mia amica Mariella che bisogna portarsela appresso nell'acquisto dei vestiti, non le piace proprio il mio genere e non me le manda a dire ma ormai ha capito che in certe occasioni le conviene dire: a me non piace ma sicuramente è il tuo genere, da quando poi assieme a Mariella gira Maria, salvati cielo non te ne risparmiano davvero una.

Invoco santa erminia, quell'anima bella della mia nonna materna, quando voglio fare bella figura in cucina è il mio spirito guida in questo campo

e poi ci siete voi ce n'è uno per ogni esigenza

alessandra ha detto...

@Michi
:-) ecco anch'io mi vedo molto Ines Sastre o Penelope Cruz come alter ego!

@Amanda
Naturalmente anche io invoco il santo Blogghino e suoi splendidi membri, ho commesso una grave dimenticanza.

Gloria ha detto...

Il mio alter ego quotidiano è la mia gatta : simili nei movimenti, negli sguardi, telepatiche, perennemente in sintonia.
il mio alter ego da una vita invece è il trio lescano : siamo 3 allegre zitelle, amiche dall'asilo. ci sentiamo regolarmente, organizziamo viaggi, vacanze, serate discretamente mondane (rare perchè ormai sentiamo il perso degli anni..). con loro ho condiviso momenti topici di grande allegria e momenti cupi.
Voi, beh voi siete la parte bella di ogni mia giornata, molto più di un alter ego.

alessandra ha detto...

@Gloria
Ti ricordo che tu sei più giovane di me..vacci piano a dire il peso degli anni! :-)

Gloria ha detto...

Ma Ale io sono vecchia dentro! sono così vecchia che sono già in pensione.

Gloria ha detto...

Ho dimenticato il mio alter ego musicale Riccardo : ci siamo conosciuti su una rivista di musica country americana circa 20 anni fa e da allora non ci siamo più lasciati. nella nostra telefonata settimanale analizziamo il panorama musicale facciamo il punto della classifica, lo informo sul gossip country (la mia specialità) e giochiamo a chi riesce a sapere prima le uscite musicali. poi quando riusciamo visto che lui sta a milano ci vediamo ed è sempre una gioia. è l'unica persona con cui posso parlare di musica, che ha i miei stessi gusti ( a parte scott...)e che conosce a menadito la discografia di george strait. un mito di uomo.

alessandra ha detto...

@Gloria
Che bella questa storia, proprio bella, un'amicizia musicale. Come vorrei avere anch'io un "Riccardo" con i miei stessi gusti musicali con cui aggiornarmi settimanalmente. Il mio caro amico di cui parlo nel post ha gusti musicali simili ai miei, però lui a volte indugia sui gruppi che schitarrano troppo, a me piace molto il rock, ma ho anche una vena intimista e cantautorale che lui non segue sempre.

michi ha detto...

Io, per dirla alla Bertolucci, sui gusti musicali "ballo da sola". Nel senso che condivido qualcosa con vari ed eventuali, ma non ho un alter ego.
La mia vena cantautoriale l'ho condivisa per un periodo breve ma intenso, nell'era mesozoica, con un fidanzato bello bello bello che addirittura me le suonava alla chitarra. Per contro era uno sciupafemmine (o benefattore dell'umanità femminile direi..) quindi ho dovuto mollare il colpo.
Vabbè vado sempre a finire sulgli amorosi sensi...
Bei tempi....ah (sospiro)

suarakamansa ha detto...

si anch'io ce l'ho l'alter ego. é Gulli e mi fa un po da fratello maggiore. è tutto il mio contrario, calmo, posato, riflessivo, pigro, e migliaia di altre caratteristiche che completano me stesso.

amanda ha detto...

benvenuto suarakamansa come sta trip? i miei ossequi a Gulli

alle ha detto...

Non penso di avere un vero e proprio alter ego. Forse è
quell'aspetto del mio carattere
più latente che spunta in mia difesa quando sono al limite della
sopportazione e mi fa reagire con
estrema calma o come un mare forza
10, a seconda delle situazioni.
Credo......