17 maggio 2010

Incipit del 17 maggio 2010


"Cosa cerca il viaggiatore o il turista all'alba del terzo millennio? Forse non una semplice destinazione geografica, specialmente in un Paese da sempre in cime alle preferenze turistiche, e neppure una meta "esotica" in senso stretto, in una nazione che è tutta ampiamente visitabile senza grandi difficoltà. Probabilmente cerca piuttosto un sogno, un'idea, meglio, un'emozione, magari insolita, che permetta l'unico viaggio ancora non fatto, quello interiore che si specchia nell'itinerario scelto. Forse cerca qualcosa da fare, non solo un panorama da vedere o un cibo da assaggiare, magari vuole lasciarsi andare a un ricordo o inseguire il colore cangiante di un tramonto, oppure starsene senza fare assolutamente niente. Chi pretende questi requisiti sta acquistando il libro giusto, che però non è affatto una guida turistica, anzi. vorrebbe essere un libro di lettura a prescindere dall'itinerario che si sceglierà di seguire. Questo è soprattutto un repertorio "serendipico" dell'Italia del XXI secolo. "Serendipico" nel senso che i luoghi, i fatti, le esperienze, le suggestioni che ho raccolto sono legati tra loro solo dal mio personale vissuto nel girare l'Italia, e che,quasi sempre, ho trovato una cosa cercandone un'altra: a mio parere un'ottima maniera di conoscere quello che una volta era il Bel Paese."

"Viaggio in Italia - 100 + 9 emozioni da provare almeno una volta nella vita prima che finisca il mondo" Mario Tozzi - De Agostini

Ho appena finito di leggere questo libro che vi consiglio, ovviamente è una lettura leggera e poco impegnativa come richiede il mio cervello affaticato la sera di questi tempi; poi, essendo diviso in piccoli paragrafi dedicati appunto alle emozioni da provare, è una lettura che si presta ad essere interrotta facilmente. Ho grande stima per Mario Tozzi e le sue battaglie, è un geologo serio, ma poco ingessato e spiritoso, infatti anche il titolo del libro gioca con la presunta fine del mondo annunciata da Giacobbo nel 2012.

E chiedo a voi se avete qualche emozione da provare che volete suggerire, che so una spiaggia poco conosciuta, una chiesetta poco nota oppure mangiare un cremino ad Ovada o entrare in una pasticceria a Gallarate....scherzi a parte suggerite magari degli itinerari inconsueti così aumentiamo le emozioni da provare!

35 commenti:

Gloria ha detto...

Io vorrei suggerirvi se viaggiate in autostrada sulla A26 di uscire a Masone, e visitare il museo tubino.
Masone è un piccolo paese dell'entroterra ligure dove io ho passato buona parte della mia infanzia (mio padre è originario di quel paesino) d'estate è d'obbligo fare il bagno alle cascate del serpente( sono mozzafiato, bellissime) e poi non perdetevi il museo che raccoglie la storia e le tradizioni del luogo.

alessandra ha detto...

@Gloria
Addirittura il museo tubino...non posso non andarci in pellegrinaggio con un cremino in mano! :-)

Gloria ha detto...

Ale : poi ci devi parlare di un tuo itinerario e quando tutti avranno scritto il loro organizzeremo un mega viaggio che toccherà tutti i nostri posti.
Iniziamo a preparare le valigie...

giardigno65 ha detto...

almeno una volta si riuscisse a fare i viaggiatori!

La spiaggia di Cala Violina ...

alessandra ha detto...

@Gloria
Sì e poi scriveremo un nostro libro collettivo, i 109 itinerari del blogghino che diventerà un clamoroso successo editoriale, così integriamo i nostri miseri stipendi!!!!!

alessandra ha detto...

@Giardigno65
Sante parole, ti pare che io con le due settimane ad agosto che mi danno in genere posso fare la viaggiatrice, con quei prezzi e quella folla?
Chissà se quest'anno riesco a farmi concedere qualche giorno a luglio o giugno, magari guadagno qualche giorno per andare al Caterraduno.

alessandra ha detto...

@Giardigno65
Ma dov'è questa Cala Violina devi dare più particolari, altrimenti che itinerario è? :-)

michi ha detto...

Cala Violina è uno spettacolo, un caleidoscopio di colori e sensazioni. Ah! (sospiro)

michi ha detto...

...vorrei aggiungere che è in posto anche piuttosto comodo da raggiungere quasi per tutti...io la butto là...

oriana ha detto...

Cala Violina è un paradiso!
Ma che ne dite di venire a fare 4 passi sull'arborato cerchio delle mura di Lucca?

alessandra ha detto...

@Michi
Che bella idea quella di un raduno estivo al mare, ecco ci potremmo ritagliare un weekend per incontrarci..io poi ho un debole per la costa tirrenica, da Sperlonga alla costa toscana.

Allora di itinerari emozionanti che vorrei suggerire ce ne sarebbero tanti, i primi che mi vengono in mente sono l'Abbazia di San Galgano in Toscana, un posto meraviglioso dove alla sera fanno anche concerti a volte...veramente bellissimo. Quel gioiellino del borgo di Calcata vicino Roma, mi hanno parlato anche del bellissimo giardino di Ninfa nel Lazio, non sono mai andata e vorrei tanto vederlo.

alessandra ha detto...

@Oriana
buondì..in effetti anche Lucca non sarebbe male!

michi ha detto...

@Oriana: ho sempre avuto un debole per Lucca!!
Forse in una precedente vita..chissà..

alle ha detto...

Alla fine non ho ancora capito dove si trova Cala Violina.......
scusate l'ignoranza!

I luoghi che proponete sono tutti molto attraenti, l'Italia è piena di piccoli gioielli da mozzare il fiato. Io purtroppo non l'ho girata molto e spero di poter recuperare quanto prima.

Al momento, per contribuire al nostro futuro libro itinerante (abbiamo o non abbiamo una validissima editor tra le nostre fila?), ho pensato ad un sito nella campagna senese che ospita l'abbazia di Sant'Antimo. E' circondata da piante di olivo e da rispettoso silenzio, la chiesa è in stile romanico (il mio preferito) fatta di antiche pietre e dentro è semplicemente spoglia di tutto, solo un crocefisso sovrasta l'altare, illuminato dalla luce del sole. Questa abbazia racchiude in modo esemplare il mio concetto di chiesa, nella parte architettonica e soprattutto in quella umana, come dovrebbe essere: solida, rassicurante e portatrice di pace.

alessandra ha detto...

@Alle
Ho visto su internet, Cala Violina è in Maremma, nella provincia di Grosseto, ho dato un'occhiata alle foto, sono mozzafiato, poi a vederle in ufficio con questo tempo e con queste temperature fa veramente sognare...

Anche io amo molto le chiese romaniche, hanno un'atmosfera unica.

alle ha detto...

Caspita, ho appena fatto un giro a
Cala Violina........che magnifica costa, il posto che ci vorrebbe in questo preciso momento.
Torno là.

alessandra ha detto...

@Alle
Ah se avessero inventato davvero il teletrasporto..in pasua pranzo ce ne andavamo tutti là...

alle ha detto...

Ok, io porto una mega vasca di gelato che qui a RE lo fanno da
taglio vena, delle belle ciliege
o duroni produzione doc Vignola,
fragole condite con aceto balsamico medaglia oro. E anche una bella scanata di pane cotto nel forno di mammà.

Tonino ha detto...

Vengo anch'io !

alessandra ha detto...

Bene allora ci troviamo domani ad ora di pranzo a Cala Violina, io porto un pò di insalata di riso per chi vuole stare leggero e dei bei panini con la frittata di peperoni per chi ha più fame!

Marilina ha detto...

Uh uh, arrivo in tempo per il pranzo a Cala Violina.. Porto mozzarella di bufala e pomodoro, ed una bottiglia di prosecco fresco.

Cala mi porta a Tremiti, all'isola di San Domino, Cala delle Viole, Cala Matano, Cala degli Inglesi,..

Domani allora ceniamo a San Domino, ma non portiamo niente, se c'è ancora la pizzeria Furmicula, fa delle pizze semplici ma grandiose..

Ho fatto a Tremiti 2 stagioni nel Villaggio del Touring Club, una vita fa..

Ma il mio itinerario per il nostro libro è una passeggiata a Venezia alle Zattere, mangiando un gianduiotto da passeggio..

Le Zattere sono una delle tante rive di Venezia, che si affaccia su un punto del canale molto aperto dando una libertà di respiro infinita, ed il gianduiotto è un pezzo di gelato al gianduia tuffato in un bicchiere di panna montata..

E' una cosa da fare a qualsiasi ora, anche col sole accecante..

E così cominci a muoverti in mezzo a tante persone variopinte, vagando senza meta, casa, patria, domani, con l'unica certezza rappresentata dal cucchiaino che tuffi nel bicchiere..

alessandra ha detto...

Buongiorno Marilina, che splendido itinerario veneziano che ci hai suggerito, e poi quel gianduiotto...slurp!

Sono d'accordo per il pranzo alle Tremiti di domani, non sono lontane da me e poi le isole Tremiti sono meravigliose.

oriana ha detto...

@ Gloria ho preso nota e prossimamente sarò a Masone, amo la Liguria, l'anno scorso siamo andati a Cervo un paesino stupendo è vicino?
@ Ale però voglio andare anche a Calcata e anche l'itinerario di Marilina mi attira tentissimo, che fare?

alle ha detto...

Ale, la frittata con i peperoni.....gnam, gnam!!!

Di pizza sono proprio golosa, mangiata nello scenario delle Tremiti sarebbe l'apoteosi. Ci stò.

Gloria ha detto...

Oriana : Cervo è molto più bella di masone, è sul mare ed è un paesino perfetto.
masone (che dista parecchio perchè è in provincia di genova) è una località di collina con poche cose da vedere ma il museo per me è sempre nel cuore. e poi io essendo al 50% masonese lo vedo come un posto degno di nota.

alessandra ha detto...

@Gloria
Eh in effetti anche solo il tuo 50 % ha un grande valore per noi!!!

Marilina ha detto...

Le chiese romaniche sono anche le mie di preferite.

Io credo, ed è in queste chiese che mi sento più vicina a Dio.

Si respira un'energia pura e positiva, e molto spesso hanno un'acustica che mette i brividi.

Propongo un pullman, che ci raccoglie strada facendo e che ci porta nei luoghi da noi indicati, dove ognuno sarà guida per gli altri.
Valigie leggere, da riempire durante il viaggio di emozioni, sensazioni, vibrazioni..

alessandra ha detto...

@Marilina
Quando si parte? Per me anche subito, vi aspetto sul piazzale del mio ufficio!

Gloria ha detto...

Allora arrivate o no? è mezz'ora che sono qui ferma sulla strada sotto il sole con valigia caramelle e cd! non vedo il torpedone in lontananza. non mi fate fare la figura di sally, la sorella di charlie brown, che si addormenta sempre alla fermata!

Marilina ha detto...

E' che siamo "incodati" nel tratto Roncobilaccio - Barberino del Mugello...

E non so se stiamo andando verso nord o sud, est o ovest, o Nord-Sud-Ovest-Est!!

Gloria, vuoi farti accompagnare al casello da Mr. Barbany con la sua splendida Jaguar?

Gloria ha detto...

Marilina : allora arrivo..però poi non ci stiamo tutti sulla jaguar e sono sicura che barnaby, preciso com'è, non ci farà mangiare le patatine perchè ungono gli interni in pelle...

alessandra ha detto...

Certo bisgona andare in pullman, siamo in troppi, e per carità mangiamo le patatine tranquille..no un autista rompi non lo vogliamo..uh che voglia di patatine anche adesso!

alessandra ha detto...

non era bisgona ma bisogna...ah

amanda ha detto...

il mio posto di mare del cuore, già lo dissi è Marina di Novaglie, vicino a Leuca, lato adriatico, ma voi siete partite e non mi avete nenche aspettata

alle ha detto...

Non è vero Amanda, sei stata nei nostri pensieri questa settimana e comunque bentornata !