24 maggio 2010

Jungfrau

Vorrei essere una volta tra le giovani vergini di Klimt.
Vorrei il loro incarnato roseo.
Gli occhi chiusi, lo sguardo sognante.
Vorrei i capelli coronati di primavera.
Vorrei il corpo velato di un patchwork serico di mille colori,
che cela, che mostra
agli occhi di chi ammira.
Vorrei essere così desiderabile
e così desiderata.
Avvolta in un femminile abbraccio di grazia.




E voi in quale quadro vorreste trovarvi?

40 commenti:

alessandra ha detto...

Eh cara Amanda in quanti quadri mi piacerebbe stare, sicuramente in molti di Klimt, mi piace moltissimo quello che hai scelto tu, ma anche "Pesci d'oro" con queste donne-ninfe dai capelli fulvi che nuotano liquide...e mi piacerebbe essere una delle donne-cigno dipinte da Boldini, nella loro leganza senza tempo.

Gloria ha detto...

Io vorrei essere in un uno dei quadri di Georgia O'Keffe.
è vissuta in uno dei posti per me più belli del mondo dove il cielo è veramente sempre più blu!!
e nei suoi quadtri ci sono tutti i colori di Santa Fe, i suoi profumi, i suoi rumori..

giardigno65 ha detto...

baciare la venere del botticelli !

alessandra ha detto...

@Giardigno
Sempre fulminante e lapidario! :-)

alle ha detto...

Amanda, poetica l'emozione che descrivi di questo Jungfrau. Molti quadri di Klimt li osservi con questo senso di dolce invidia per chi ci sta dentro...............

Io vorrei soffermarmi su un pittore che amo molto, Henry de Toulouse-Lautrec. Le sue figure parlano di vita vera, spesso emarginata, ma ricche di emozione ed espressione. Tra i tanti suoi quadri che prediligo sento a me vicino "Friends" in cui assapori quell'intima celestiale intesa che solo vecchi e buoni amici sanno di avere; Il bacio e Il letto sono poesia pura e uno stato d'essere di ideale beatitudine; infine penso a La toilette in cui mi immedesimo come momento di serena intimità e cura dell'anima oltre che del corpo. Nel film "qualcosa è cambiato" c'è una scena, secondo me, che si ispira molto a questo quadro: Carol (Helen Hunt), delusa dal comportamento di Melvin (Jack Nicholson) si appresta a fare il bagno e seduta sul bordo della vasca scopre pian piano la schiena affinchè Simon, il pittore gay, possa ritrarla in quell'atteggiamento di armoniosa femminilità. Una delle scene più belle del film.

alle ha detto...

Giardigno, non ti allargare !!

amanda ha detto...

@Alle: come mi è piaciuta quella scena del film!

@Giardi: iomo di piccole pretese, ebbè tu mi dirai anche voler fare la rigazzina dentro al quadro di Klimt non è mica di poche pretese

alessandra ha detto...

@Alle
Che belle le descrizioni di immagini ed emozioni che hai fatto...magnifico il film..

michi ha detto...

Se poteste vedere in questo momento la mia faccia, il link all'urlo di Munch sarebbe pressochè immediato!
Parlando però di me stessa in condizioni "normali" (e quando mai?) mi piacerebbe essere una di quelle donne ritratte da Tamara De Lempizka: donne altere, sensuali ma non volgari, algide e provocanti. Belle, due spalle..così... insomma tali e quali a me!
Oppure vorrei essere sia l'amor sacro che quello profano di Tiziano!

michi ha detto...

Bentornata Amanda!

alessandra ha detto...

Ciao Michi come si va? Io sono tornata a malincuore nelle lande abruzzesi!

michi ha detto...

Ma quali malinconiche lane abruzzesi!!!! Non dirmi che preferiresti vivere qui nell'area "manicomiale" romana!!
(stamattina caldo africano, ora a Roma sud mega nubifragio- qui "al nord" si sente già l'odore della pioggia e sta per...)

alessandra ha detto...

@Michi
Beh direi proprio di sì con una sistemazione logistica che non micostringa a 4 ore di mezzi pubblici al giorno come mi capitava...ci sono mille cose da fare, oltre la bellezza del posto che è induscutibile..la vita scorre, non si "impaluda" o si "cristallizza" come dalle mie parti...:-)

amanda ha detto...

grazie Michi, ma il caldo africano è arrivato anche qui non credere

alessandra ha detto...

Allora mi devo reputare fortunata per il clima, qui c'è un caldo giusto,con una brezza fresca ogni tanto...

oriana ha detto...

sicuramente vorrei essere una ballerina di Degas. Sono assolutamente negata per il ballo e quelle ballerine così leggiadre ed eleganti mi fanno sognare. Se è una fantasia, che sia davvero fantastica.

suarakamansa ha detto...

Assolutamente al posto del cigno, nel dipinto di Correggio: Leda e il cigno.
(vabbè...puoi censurare...)

|dreams of clouds| ha detto...

A me piacerebbe essere in 2 quadri:

il primo è "Notte stellata" di Van Gogh;

il secondo, sempre di Vincent Van Gogh, "Notte stellata sul Rodano"

amanda ha detto...

@suarakamansa: per chi mi hai preso, per nani con dentiera? ognuno si immagina come crede

@dreams of clouds: primo benvenuto, secondo mentre conosco la notte stellata devo andare a ripassare notte stellata sul rodano :-)

alessandra ha detto...

Un benvenuto ai nuovi viandanti del blog! :-)

maria grazia ha detto...

Io vorrei essere nel campo di papaveri di Renoir, vedere i papaveri mi fa tornare bambina.

Benvenute alle new entry! due in un colpo solo!

amanda ha detto...

veramente suarakamansa si era già affacciato qualche tempo fa

maria grazia ha detto...

@Amanda... me lo sono perso...

suarakamansa ha detto...

@amanda e mariagrazia
in realtà è un po che vi leggo.
non mi sono neanche preoccupato di salutarvi, presentarmi, fare un "toc toc.. è permesso?"
mah...
ciao

maria grazia ha detto...

@suarakamansa, certo sbirciare e fare toc toc, si puo', se dici qualcosa di piu' e ti fai conoscere pero' è ancora meglio, ciao!

franzblog2 ha detto...

Spero di non essere fuori tempo massimo, cara Amanda: l'ispirazione mi è venuta solo ora:
"Il quarto stato" di Pellizza da Volpedo.

E' un'immagine famosissima:
http://www.emilieto.it/images/Quarto_stato_ok.jpg

Hasta la victoria!
Franz

alessandra ha detto...

@Franz
Mi pare un'ottima scelta ...e viva Bologna sempre! :-)

alle ha detto...

Franz, guarda bene quel quadro in fondo tra i tanti spunta anche la mia testolina biondastra..........

un dipinto storico, attuale più che mai!

franzblog2 ha detto...

Un bacione, da Bologna con ardore, ad Alessandra, ad Alle, e a tutte le mie amiche pasionarie (nonché agli amici condottieri) che bazzicano da queste parti.

Venceremos !
Franz

amanda ha detto...

@Franz: adelante!

alle ha detto...

Sono andata a guardarmi tutti i quadri da voi scelti, alcuni non li conoscevo e li ho molto apprezzati. Per questo vi ringrazio.
Prevalgono le figure femminili, ritratte nelle tante espressioni che solo una donna riesce ad avere. Ho visto grazia, bellezza, armonia, desiderio, malinconia e forza. E' così, come in questi quadri, che vorremmo gli uomini ci guardassero? Con gli occhi di questi singolari pittori ?

Mi sono piaciuti molto anche i dipinti di Georgia O'Keefe, per i colori, i soggetti, lo sguardo. Credo che un suo quadro lo metterei proprio su una parete di casa mia.

Delle notti stellate di Van Gogh vorrei far parte, magari con la giusta compagnia che facesse esaltare il firmamento celeste........

Del Quarto Stato ho già detto quanto mi coinvolga......

Leda e il cigno è invece una scelta....outsider. Decisamente sensuale, assolutamente da non censurare.

Tutto secondo il mio modestissimo parere!

amanda ha detto...

@porcellino con le ali: uno che chiama le bambole brutte delle figlie "rigormortis" non può che essere il benvenuto in questi lidi

suarakamansa ha detto...

@amanda
rigor è diventato un mito, ci scriverò un post.
@ alle
cmq il quadro del correggio è veramente provocante. ne avevo una sfilza di simili, tutti a temi mitologici, anche se preferisco l'arte moderna (dopo la ii guerra mondiale), ma era impensabile vedersi dentro un quadro di Hartung (mio preferito)

amanda ha detto...

@Suarakamansa: molto colore ma molto cupo Hartung che non conosco e che sono andata a cercare in rete... anche i maiali alla ricerca dell'immortalità hanno lati oscuri allora!

Anna S ha detto...

Mi tufferei in un sacco di cose.
Nell'ordine:

- nella "Festa di matrimonio" di Breugel;

- nella "Tempesta" del Giorgione;

- nell' "Impero della luce" di Magritte;

- in un quadro naif di Generalic.

amanda ha detto...

esosa a spasso nell'arte

Anna S ha detto...

Scherzi... da piccola sognavo davvero di poterlo fare: mi estraniavo totalmente e mi inventavo un sacco di storie. I quadro, a parte Breugel, non erano gli stessi ma la sostanza sì...

alle ha detto...

la fantasia di Anna, fervida fin da bambina.....altro che giocare con le bambole. Ciao Annina, non te ne andare di nuovo!

alle ha detto...

suarakamansa
(ma quale significato ha questo nome?) la pittura mitologica ha per me un grosso limite: la mia ignoranza in materia. Ma se parliamo di sensualità non c'è bisogno di conoscere molto.....

la pittura astratta raramente mi coinvolge, come dici tu come fai a vederti dentro ?

alle ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.