29 giugno 2010

Profumo di Vittorio




sono già passati 10 anni

25 commenti:

alessandra ha detto...

Profumo di Vittorio..che bel titolo Amanda! Ci manca il profumo della sua intelligenza, del suo talento, delle sue interpretazioni memorabili...profumi che mancano, non li sentiamo circolare nell'aria negli ultimi tempi.

Gloria ha detto...

Non ne fanno più di attori come lui : dal ruolo drammatico di riso amaro a quello simpatico de i soliti ignoti lui sapeva regalarici lacrime e sorrisi.
al cinema di oggi manca una figura come la sua, che sapeva leggere Dante con un fervore tale da catturare chiunque anche il meno interessato. perchè il timbro della sua voce era come il canto delle sirene. ti rapiva

oriana ha detto...

un tempo gli attori, specialmente quelli italiani, avevano personalità e uno stile proprio, oggi sono quasi tutti uniformati e purtroppo verso il basso. Anche la comicità è fatta quasi sempre da volgarità e doppi sensi.

Mamma C ha detto...

splendido..

Mafaldanellarete ha detto...

io a gasman lo amo
e pure a suo figlio che anche se non è bravo come il padre è parecchio bbono.
Commento culturale, lo so.

amanda ha detto...

ma quando un commento culturale è così fondato e sentitamente espresso è sempre gradito

amanda ha detto...

@Mafalda: però ti faccio un post sui Baustelle e neanche un mezzo commento? Cosa ti hanno fatto negli States?

Marilina ha detto...

Bonjour..

Ho un bellissimo ricordo di questo film visto due estati fa al cinema all'aperto con una mia amica ed i suoi genitori..

I commenti del papà della mia amica (che credo lo avesse visto decine di volte) mi facevano scompisciare (?!?) dal ridere..

Dammiti.. prenditi..!!

Bonne journeè (?!?)..

amanda ha detto...

oh Marilina quanto tempo, ben tornata, e buona giornata

oriana ha detto...

Buongiorno Amanda e Marilina bentornata. La mia giornata per ora è cominciata bene, sono appena tornata dalla mia passeggiata mattutina.

Marilina ha detto...

Grazie Amanda,
è un periodo che mi vede un po' presa.

Però quando riesco a salticchiare nel blog mi sembra di tornare a casa.

Mi succede di pensarvi, indaffarati nelle attività quotidiane.

Marilina ha detto...

Ohh Oriana, a quest'ora hai già fatto una passeggiata?

Campagna?

Ieri sera con due amiche abbiamo fatto una passeggiata in un bel sentiero in campagna (era una vecchia ferrovia), ma tornare a mezzanotte non fa per me..

Più che godermi la natura ero attenta ad ogni rumorino..

oriana ha detto...

Marilina leggi il mio post sulla passeggiata notturna.

alessandra ha detto...

Bentornata Marilina!

alessandra ha detto...

@Oriana
Già hai fatto la tua passeggiata, che brava..ieri sera volevo farla pure io per vedere se scovavo ancora qualche, ma Morfeo mi reclamava...

oriana ha detto...

Ale qualche..? Cosa Ale cosa volevi scovare, non lasciarci nel dubbio!

Gloria ha detto...

Ale ma cosa vai cercando di notte? corinna? un vampiro? un licaone? una barbagianni? un drakkar vichingo?
è un nuovo quiz? dicci!

amanda ha detto...

un romagnolo solare, un vampiro notturno,ivano fossati dicci cosa, chi, dove, quando?

oriana ha detto...

io lo so, io lo so! era notte di luna piena, cercava un lupo mannaro

oriana ha detto...

Ho vinto qualche cosa? (cit.)

Gloria ha detto...

Floradora? Il parrucchino di giacobbo? lo zio fester? che cercavi di notte santa donna??
Oriana : hai vinto una compilation di gigggi d'alessio e la serie completa in dvd dei film di nino d'angelo. contenta?

oriana ha detto...

preferivo un cd della Giussi.

Che Ale sia ancora in giro a cercare?

Gloria ha detto...

e se fosse stata rapita dagli alieni? ora sarà in viaggio verso una galassia sconosciuta e starà amabilmente conversando con un buffo omino verde.
sarà meglio che avverta scott, non si sa mai

alessandra ha detto...

Ecco per la fretta mi mangio una parola, torno sul blog e trovo si è scatenato il pandemonio per questa mia omissione....:-)
Volevo cercare di vedere qualche......rullo di tamburi.....OOOOOOOOOOOOOOOOO...lucciola! Ma in senso buono, nel senso dei simpatici insetti dotati di lucetta...
Mi avete fatto morire dal ridere, grazie, di questo blogghino mi piace anche la carica di ironia e simpatica demenzialità che circola. SMACK!!!

alle ha detto...

Uno dei miei preferiti. Per sempre.

La sua autobiografia "Un grande avvenire dietro le spalle" lo racconta alla perfezione, una vita ironica, drammatica, malinconica, buffona, cinica e infantile.
Se n'è andato troppo presto, forse
"divorato" da quel male oscuro che lo attanagliava da molti anni e che incredibilmente si era impossessato di un uomo così. E della depressione racconta negli altri suoi libri "Mal di parola" e "Memorie del sottoscala" storie molto ispirate a se stesso e alle sue fragilità.
Ecco il mio ricordo passa attraverso i suoi scritti, un modo di conoscerlo forse meno istrionico, ma che lo fa amare ancora di più.